Nella sede di Confindustria Brindisi è stata presentata FierIDA, la più importante manifestazione sull’Istruzione degli Adulti del nostro Paese, organizzata dalla RIDAP, la Rete nazionale dei Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti, che si svolgerà nel capoluogo i prossimi 30 e 31 maggio 2024.

La nona edizione di questo evento nazionale – che vede la collaborazione di enti e partner prestigiosi quali il Comune di Brindisi, la Provincia di Brindisi, la Rete dei CPIA della Puglia, l’Università di Lecce, Confindustria Brindisi, i Maestri del Lavoro, l’ASL e l’USR Puglia, si propone di evidenziare l’importanza strategica dei CPIA nel promuovere lo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio.

Il focus è, quindi, posto sull’interconnessione fra educazione, opportunità di lavoro e benessere, aspetti fondamentali in un contesto globalizzato dove la visione di un “futuro in comune” diventa sempre più significativa.

L’evento mira a superare i limiti dell’apprendimento tradizionale attraverso l’adozione di metodologie e percorsi innovativi, essenziali per sostenere gli adulti nel loro percorso di formazione, nella partecipazione attiva alla vita sociale e nella preparazione al mercato del lavoro.

PHOTO 2 2024 05 20 14 30 59

FierIDA BRINDISI 2024 si rivolge a un vasto pubblico: rappresentanti Istituzionali, dirigenti, docenti e personale ATA dei CPIA e delle scuole secondarie con percorsi per adulti di secondo livello, ai rappresentanti di altre amministrazioni, Enti locali, Associazioni e Terzo settore, volontariato e servizio civile, agenzie per il lavoro, associazioni datoriali e dei lavoratori, mondo dell’Università e della ricerca che a vario titolo possono confrontarsi su come affrontare le sfide e cogliere le opportunità di un mondo in continua evoluzione.

Con un programma sempre ricco di contenuti e di suggestioni, l’evento prevede tavole rotonde, sessioni panel e workshop volti a esplorare la complessa rete di relazioni tra i CPIA, il territorio e le comunità locali, promuovendo sinergie e condividendo le migliori pratiche.

In linea con il tema “Orizzonti Connessi“, si discuterà dell’importanza di sistemi educativi flessibili e inclusivi, capaci di trasformare l’istruzione in uno strumento di progresso e crescita personale, affrontando le sfide poste dai rapidi cambiamenti imposti dalle nuove tecnologie e da contesti di difficoltà, come le situazioni di conflitto o povertà.

L’impegno di FierIDA, BRINDISI 2024 è quello di costruire un futuro in cui ogni individuo possa trovare il proprio spazio, in una società interconnessa e solidale, promuovendo l’educazione degli adulti come pilastro fondamentale per un progresso sostenibile e inclusivo.

L’evento si pone come punto di riferimento nell’esplorazione di percorsi innovativi per il benessere e il lavoro nell’educazione degli adulti. Questo evento enfatizza l’importanza dell’interconnessione tra i vari aspetti dell’esistenza umana – educazione, opportunità lavorative e benessere personale – nel contesto di un mondo globalizzato, dove il concetto di “futuro in comune” acquista un significato sempre più pregnante.

La scelta di questo tema si basa sulla consapevolezza che superare i confini degli ambienti di apprendimento tradizionali e adottare metodologie e percorsi nuovi è fondamentale per supportare gli adulti nella loro formazione, partecipazione attiva alla vita sociale e preparazione al mercato del lavoro.

L’immagine evocativa degli “orizzonti” rappresenta l’invito a superare le frontiere fisiche e concettuali, spingendosi verso nuovi modi di pensare e interagire, in un mondo complesso che necessita di soluzioni innovative e condivise.

Ogni partecipante all’evento, con la sua prospettiva unica, contribuisce al ricco mosaico della conoscenza collettiva, sottolineando l’importanza di una cultura dell’inclusione e del dialogo. La diversità di vedute, lontana dall’essere un ostacolo, è vista come una risorsa preziosa per il progresso comune, indispensabile per affrontare le disuguaglianze e i continui mutamenti che caratterizzano il nostro tempo.

In particolare, nel contesto dei Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti (CPIA), l’orizzonte diventa un simbolo di speranza e aspirazione a una vita migliore per coloro che si trovano in situazioni di difficoltà, come le persone che fuggono da guerre e situazioni d’indigenza. Questa visione dell’orizzonte come possibilità di una nuova esistenza, ricca di sicurezza, opportunità e dignità, evidenzia la necessità di sistemi educativi che siano, non solo flessibili e inclusivi, ma anche capaci di trasformare l’educazione in uno strumento di inclusione sociale e crescita personale.

Così, “Orizzonti Connessi” non si limita a essere un titolo, ma diventa un impegno condiviso verso la costruzione di un futuro in cui ogni individuo possa trovare il proprio spazio vitale all’interno di una società interconnessa e solidale, dove le differenze diventano catalizzatori di forza e crescita. Attraverso questo approccio, il convegno mira a fornire ai partecipanti le chiavi per interpretare e agire efficacemente all’interno di questo scenario, individuando l’educazione degli adulti come elemento cardine in un progetto di progresso che sia sostenibile e inclusivo.

 

PUBBLICITA'