A Brindisi un evento formativo su etica e legalità

Un focus è stato dedicato al settore sanitario per promuovere e rendere concreti i principi di legalità anche nell’interesse del cittadino con una visione prioritariamente incentrata sulla prevenzione, senza trascurare gli aspetti sanzionatori

448848935 869442191897025 8277091469598188809 n

Formare e sensibilizzare i dipendenti della Asl di Brindisi sui temi dell’anticorruzione, della trasparenza e della legalità nella pubblica amministrazione.

Questo l’obiettivo di un incontro, organizzato in collaborazione con l’Ufficio Formazione aziendale, che si è tenuto oggi (venerdì 24 giugno 2024) nell’aula magna del polo universitario, in piazza Di Summa.

Si è trattato di un focus che è stato dedicato al settore sanitario per promuovere e rendere concreti i principi di legalità anche nell’interesse del cittadino con una visione prioritariamente incentrata sulla prevenzione, senza trascurare gli aspetti sanzionatori.

Dopo i saluti istituzionali da parte della direzione strategica sono intervenuti il direttore del Dipartimento di prevenzione nonché responsabile scientifico dell’evento, Stefano Termite, la professoressa Benedetta Maria Saponaro dell’Università di Bari, il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Ferdinando Croce, il presidente dell’Ordine dei medici di Brindisi, Arturo Oliva, il professor Angelo Orofino dell’Università Lum, il funzionario del Dipartimento di prevenzione Maria Giuseppina Semeraro, l’avvocato Gabriele Garzia della Struttura Burocratica legale della Asl, il consigliere della terza Sezione centrale d’Appello della Corte dei conti, Antonio Palazzo, e il Procuratore della Repubblica di Brindisi, Antonio Giuseppe De Donno.

“La strategia nazionale di prevenzione della corruzione”, è stato sottolineato nel corso del dibattito, “è attuata mediante l’azione sinergica dei seguenti soggetti: Autorità nazionale anticorruzione, Corte dei Conti, Comitato interministeriale, Conferenza Unificata, Dipartimento della Funzione pubblica, Prefetti, Scuola nazionale dell’amministrazione, Pubbliche amministrazioni, enti pubblici economici e soggetti di diritto privato in controllo pubblico e, per la Sanità in particolare, con l’Agenzia nazionale per i Servizi sanitari regionali (Agenas)”.

“L’Asl Brindisi”, è stato evidenziato nel corso dell’evento, “è da sempre in prima linea nel percorso di promozione sociale dei concetti di correttezza e trasparenza. Adotta gli interventi organizzativi da applicare a tutte le sue attività, specialmente quelle individuate come a rischio ai sensi del Ptpct, il Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza, al fine di realizzare un modello di prevenzione della illegalità completo, coerente, organico e diffuso”.

 

PUBBLICITA'