A Mesagne ritornano gli appuntamenti con il Festival del Libro Emergente

La kermesse letteraria, partita nel 2021 on line, è ormai un appuntamento consolidato nel programma dell’estate mesagnese

Festival del Libro Emergente Programma giugno Social (1)

Un programma con generi e argomenti diversi con la presenza di autori di caratura nazionale per onorare la nomina di Mesagne Capitale della Cultura di Puglia 2023. Ecco cosa propone, a partire da domani (martedì 20 giugno), la terza edizione del Festival del Libro Emergente, la kermesse letteraria che ha visto il via nel 2021 on line e oggi ormai diventata un appuntamento consolidato nel programma dell’estate mesagnese.

Gli appuntamenti di giugno si terranno tutti nel Chiostro del Municipio di Mesagne alle 20,30.

Ad inaugurare la terza edizione del Festival del Libro Emergente sarà Michele Rizzitelli con il libro “Una coppia da record” (la serata è stata organizzata in collaborazione con l’ASD Atletica Mesagne).

Molto attesa è la presentazione del nuovo romanzo di Gabrielle Genisi dal titolo “L’Angelo di Castelforte” con protagonista il personaggio Chicca Lopez. L’appuntamento è per il 22 giugno.

Nel suo romanzo di parole, respiri, tramonti, amore, morte, Gabriella Genisi, autrice delle avventure di Lolita Lobosco, commissaria di Polizia barese protagonista della serie tv in onda su Rai 1, ci racconta il lato più perturbante degli scrittori. E, come tanti piccoli indiani, ognuno di loro dovrà guardarsi le spalle.

Leggi anche:  Iniziativa di solidarietà del 2° circolo didattico “Giovanni XXIII” di Mesagne

Tra le novità della programmazione 2023 c’è la poesia che, grazie a Simona Volpe e “Le ragioni del Cappero”, venerdì arricchirà l’offerta culturale del Festival del Libro Emergente.

La raccolta poetica “Le ragioni del cappero” nasce da minuscoli pensieri sparsi, catturati da un filo d’inchiostro; pensieri che si fanno verso nelle pause, diventando parentesi fiorite nella statica vitalità di un limone in vaso, sul balconcino della cucina, pause scandite da “assenze e presenze”, “vorrei ma non posso”, piccoli sorsi di poesia a dissetare l’arsura di stagioni talvolta troppo asciutte.

A chiudere gli appuntamenti letterari per il mese di giugno, lunedì 26 ci sarà il gradito ritorno a Mesagne di Simone Tempia inventore per più famoso maggiordomo Lloyd.

Tempia presenterà l’ultimo suo lavoro “Il Piero e la ricerca di una felicità”.

Nelle disavventure di Piero Marchese, una sorta di Marcovaldo contemporaneo, l’autore scava alla radice delle nostre insoddisfazioni e ci racconta la commedia degli errori che chiamiamo vita.

PUBBLICITA'