A San Vito dei Normanni, i Carabinieri incontrano gli studenti

Numerosi sono stati i temi trattati, tutti attinenti alla formazione della cultura della legalità

Foto 1 Incontro studenti San Vito N.

Nella mattinata di ieri, giovedì 25 gennaio, i Carabinieri della Compagnia di San Vito dei Normanni, nell’ambito dei seminari formativi per la diffusione della cultura della legalità, hanno incontrato le classi prime, seconde e terze della Scuola Secondaria di 1° Grado “Vito Buonsanto” del Secondo Istituto Comprensivo di San Vito dei Normanni.

All’incontro, tenuto dal Comandante della Compagnia, Capitano Vito Sacchi e dal Comandante della Stazione, Luogotenente Antonio Palma, hanno partecipato 140 giovanissimi studenti, arricchito dalla partecipazione del corpo docenti che ha preso parte all’iniziativa. Numerosi sono stati i temi trattati, tutti attinenti alla formazione della cultura della legalità, come i pericoli della diffusione di sostanze stupefacenti tra i giovani, i rischi per la salute che ne derivano e le relative conseguenze di natura amministrativa e penale, il fenomeno del bullismo nelle sue diverse forme (fisico, verbale e online), il tema relativo alla violenza di genere vista la recrudescenza dei casi di femminicidio che si registrano, purtroppo, senza soluzione di continuità.

Foto 2 Incontro studenti San Vito N.

Le tematiche affrontate sono finalizzate a rendere gli studenti più consapevoli del significato giuridico dei loro gesti quotidiani e delle responsabilità connesse ai loro comportamenti, soprattutto in relazione alla loro giovane età, sia nel contesto scolastico che sociale più ampio.

Leggi anche:  La Puglia è tra le mete preferite dagli europei per iniziare il 2024, secondo Jetcost

I ragazzi sono apparsi particolarmente interessati da tutto quello che è stato oggetto di discussione, come testimoniato da una soglia di attenzione e partecipazione al dibattito che è sempre stata elevata; numerose, infatti, le domande, le esperienze personali e i dubbi rappresentati ai relatori.

La conoscenza delle regole e, conseguentemente, la consapevolezza delle proprie azioni e affermazioni sono tra i primi passi da compiere per aiutare i giovani a inserirsi nella società, orientandoli verso comportamenti corretti, rispettosi, nella tutela delle singole individualità e della inclusività, contro ogni forma di discriminazione di qualsiasi tipo. L’incontro fa parte di una più ampia calendarizzazione di appuntamenti che vedono l’Arma dei Carabinieri e il Comando Provinciale di Brindisi operare vicino alle giovani generazioni, con l’obiettivo di accrescere il senso civico e la fiducia verso le Istituzioni.

PUBBLICITA'