Aeroporti di Puglia, già raggiunti i 9 milioni di passeggeri

Maurodinoia, Lopane e Delli Noci: “I dati confermano la proficua collaborazione tra Regione e AdP”

Aeroporti di Puglia 348426701 936651970866268 3216240195192184006 n

Aeroporti di Puglia ha comunicato oggi (venerdì 1 dicembre) il raggiungimento dell’importante traguardo di 9.074.367 di passeggeri atterrati e decollati nei primi undici mesi dell’anno dagli aeroporti di Bari, Brindisi e Foggia. Un risultato frutto della proficua collaborazione tra la società e la Regione Puglia, che condividono la visione strategica del trasporto aereo per la crescita turistica ed economica della regione.

“Con estrema soddisfazione riscontriamo che la strada intrapresa da Regione e AdP, volta al miglioramento delle infrastrutture e a rendere sempre meglio accessibili gli aeroporti pugliesi, sta permettendo di registrare numeri da record di anno in anno”, le parole dell’assessore ai Trasporti della Regione Puglia, Anita Maurodinoia.

“Stiamo ripensando e programmando un modello di trasporto intermodale capace di connettere in modo più capillare gli aeroporti con i territori, potenziando i collegamenti ferroviari con la presenza di stazioni e fermate nei pressi degli scali e i collegamenti con i centri urbani tramite il servizio di trasporto pubblico locale. Il quale non riguarda esclusivamente il trasporto urbano ma anche quello extraurbano di largo raggio, come abbiamo fatto con Gargano Easy to Reach, collegamenti stagionali tra le principali mete turistiche del Gargano e gli aeroporti di Bari e Foggia. Inoltre abbiamo reso Bari e Brindisi i primi aeroporti bike friendly d’Italia grazie ai finanziamenti del progetto Interreg Mimosa, che permette di viaggiare comodamente in aereo con bici al seguito e di promuovere, quindi, il cicloturismo e la rete di ciclovie pugliesi. Il potenziamento delle infrastrutture aeroportuali non riguarda quindi solo quelle proprie degli scali, sulle quali si sta investendo per un costante ampliamento e ammodernamento, ma anche le infrastrutture di collegamento verso un territorio regionale molto vasto e ricco di poli di attrazione turistico-economica.”

“Un record che conferma la capacità attrattiva della nostra Puglia ed è in linea con i numeri del turismo”, ha invece commentato l’assessore regionale al Turismo, Gianfranco Lopane. “Da gennaio a ottobre 2023, infatti, abbiamo registrato oltre 15milioni e 500mila presenze con un aumento del 3% rispetto allo scorso anno. Del 6%, invece, l’incremento degli arrivi che superano quota 4milioni e 200mila. Anche sul turismo estero, sempre più trainante, superiamo del 20% la performance degli stessi mesi del 2022. Dati che testimoniano un ottimo stato di salute dell’industria turistica e che ci permettono di puntare alle 16milioni di presenze complessive nel 2023. Determinanti le campagne incentrate su prodotti di comunicazione sempre più verticali che abbiamo promosso all’estero ed attivato anche nei nostri scali in sinergia con Aeroporti di Puglia”.

Leggi anche:  Tumori del sangue, disponibile al Perrino l’innovativa terapia CAR-T

“I viaggiatori sono innamorati della nostra terra”, continua Lopane, “di ciò che possiamo offrire loro con il nostro consueto desiderio di ospitalità. I 9 milioni di passeggeri registrati a novembre ci fanno guardare al futuro con determinazione, con l’obiettivo di migliorare i servizi e con la consapevolezza che un turismo fiorente contribuirà non solo alla vitalità economica, ma anche alla promozione della nostra cultura e del nostro patrimonio nel mondo. La visione condivisa con Adp e l’impegno quotidiano dell’intera società accanto a quello dell’esecutivo regionale determineranno ancora risultati importanti per la nostra regione”.

Infine per Alessandro Delli Noci, l’assessore regionale allo Sviluppo economico “la visione strategica e la capacità di leggere i bisogni e programmare hanno portato AdP a questo importante risultato di cui siamo tutti orgogliosi. Un risultato che conferma quanto la Puglia non sia soltanto ambita meta turistica ma anche destinazione di importanti investimenti che portano ad una sempre maggiore mobilitazione di persone e merci. Il sistema infrastrutturale pugliese con i suoi aeroporti e porti è un elemento imprescindibile per rendere la Puglia una regione in cui valga la pena investire”

PUBBLICITA'