Al via la Maturità 2024 per 36.651 studenti pugliesi

Laprima prova scritta di Italiano domani, mercoledì 19 giugno 2024, alle 8,30. "Auguri di buon lavoro ai 36.651 studenti pugliesi che da domani saranno impegnati con le prove della maturità", scrive in una nota il consigliere delegato per le politiche in favore delle persone giovani e degli adolescenti della Regione Puglia, Alessandro Leoci

foto scuola

Il tempo dell’attesa è oramai agli sgoccioli, la Maturità 2024 sta per iniziare con la prima prova scritta di Italiano di domani, mercoledì 19 giugno 2024, alle 8,30, orario in cui le commissioni riceveranno la password necessaria ad aprire i plichi contenenti le tracce. Da quel momento in poi, i maturandi avranno 6 ore di tempo per consegnare il compito. Stessa modalità e stesso orario anche per la seconda prova scritta (che varia a secondo dell’indirizzo di riferimento), in programma giovedì 20 giugno

E infine, i maturandi dovranno vedersela con il colloquio orale, il cui calendario è gestito autonomamente dalle singole scuole. Facendo riferimento alle direttive ministeriali, l’esame orale della Maturità 2024 prevede la partecipazione di massimo 5 studenti per giornata. Non è fissato l’orario d’inizio, ma molto probabilmente si partirà con quello previsto per le prove scritte.

In Puglia sono 36.651 gli studenti che da domani saranno impegnati con le prove di maturità. A tutti loro Alessandro Leoci, consigliere delegato per le politiche in favore delle persone giovani e degli adolescenti della Regione Puglia, ha voluto augurare “buon lavoro

“Questo momento”, ha proseguito, “rappresenta una tappa fondamentale nel loro percorso di crescita personale e formativa, e sono consapevole delle emozioni e delle preoccupazioni che lo accompagnano. Voglio innanzitutto esprimere il mio sostegno e la mia ammirazione per l’impegno e la dedizione che i nostri giovani dimostrano ogni giorno di più. La maturità non è solo un esame, ma anche un’opportunità per riflettere sui traguardi raggiunti e sui prossimi passi da intraprendere: sono convinto che anche grazie alla professionalità del corpo docente, i nostri ragazzi hanno accumulato conoscenze e competenze che li aiuteranno a superare questa ed altre prove”.

“Qualunque sia il risultato”, dice ancora Leoci, “devono avere la consapevolezza che ogni esperienza è un’opportunità di crescita e questo esame non definisce chi sono ma rappresenta un passo verso le tante possibilità che attendono questi oltre 36mila ragazze e ragazzi. Non bisogna dimenticare che gli esami sono una tappa, non un punto di arrivo e qualunque sia l’esito la crescita personale ed il valore non si misurano solo con un voto. Per questo affermo con convinzione: continuate a inseguire i vostri sogni con determinazione e passione.  Anche in questa fase così cruciale, la nostra Regione è al fianco dei nostri studenti pronta a sostenerli ed a offrire opportunità future per la formazione e la crescita professionale. La Puglia ha bisogno di giovani talentuosi, innovativi e coraggiosi, capaci di contribuire alla crescita ed al benessere della comunità. Crediamo fermamente nel loro potenziale e siamo pronti ad aiutarli a realizzare progetti e sfide del domani”.

PUBBLICITA'