Alfredo Cimino è il nuovo allenatore del Mesagne Calcio

La società mesagnese spera nel ripescaggio nel campionato di Eccellenza. L’ufficialità potrebbe arrivare già nelle prossime ore

Vincenzo Todisco 338427022 714082207112407 7315391395130242389 n

E’ Alfredo Cimino il nuovo allenatore del Mesagne Calcio.

L’ufficialità è arrivata nel tardo pomeriggio di oggi (lunedì 24 luglio), a darla è stato Vincenzo Todisco, presidente del sodalizio gialloblù.

Nato a Taranto 58 anni fa, Alfredo Cimino ha passato una vita tra i campi di calcio, dapprima come calciatore (ha pure indossato la maglia della sua città) poi come preparatore dei portieri (a Martina franca, Caserta e Gravina) e come allenatore ad Ostuni, Maruggio (con il team jonico ha vinto il campionato di Promozione), Sava (come allenatore in seconda), Grottaglie e Gravina (nel ruolo di vice) mentre lo scorso anno è stato nello staff tecnico della Viterbese in Lega Pro.

“Sono molto contento di questa nuova opportunità datami dal presidente Todisco”, le sue prime parole.

“Sono motivato e determinato di incominciare. Mesagne è un paese che merita di stare in Eccellenza e con la società cercheremo di allestire una squadra giovane che sappia regalare soddisfazioni. Mi sono subito ritrovato nel progetto della società che ha dimostrato di saper ben lavorare e raggiungere risultati importanti”.

Quale campionato disputerà la formazione mesagnese resta un punto di domanda.

Lo stesso presidente Todisco non nasconde la possibilità (concreta) di un ripescaggio in Eccellenza. Di fatto si tratterebbe molto più di una semplice voce, perchè il salto nella Premier League pugliese sarebbe solo questione di ore. Nella sostanza ci sarebbe da attendere solo l’ufficialità da parte della Figc Bari

Leggi anche:  Un coriaceo Mesagne conquista un punto importante contro il Massafra

“Questo è il 24° anno che faccio calcio a Mesagne”, dice il presidente Vincenzo Todisco (nella foto), “molto probabilmente sarà la quarta volta nel campionato di Eccellenza, che per noi resta un campionato importante. La mia speranza è quella di riuscire a coinvolgere tutta la città. Se Eccellenza sarà, cercheremo di fare una squadra che possa puntare alla salvezza, del resto mantenere questa categoria non sarà facile, ma rappresenta pur sempre un valore di prestigio”.

PUBBLICITA'