Atti persecutori ad una donna e resistenza a pubblico ufficiale, arrestato un 60 enne

I Carabinieri della Stazione di Mesagne hanno proceduto all'arresto in flagranza di reato di un individuo di 60 anni

Nella serata dell’11 dicembre 2023, i Carabinieri della Stazione di Mesagne hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato di un individuo di 60 anni, residente nella zona, accusato di atti persecutori nei confronti di una donna coetanea. Per un periodo di circa quattro mesi, l’uomo ha attuato una serie di comportamenti intrusivi, caratterizzati da pedinamenti, appostamenti nei luoghi frequentati dalla vittima, e ripetute chiamate telefoniche, raggiungendo anche la cifra di venti al giorno. In questi contatti, ha utilizzato toni intimidatori e ha minacciato la donna, specialmente quando lei rifiutava di incontrarlo presso la sua abitazione. Nel tentativo di avvicinamento, ha inviato numerosi messaggi vocali, nei quali non sono mancate minacce di morte.

Queste azioni hanno generato una forte preoccupazione nella donna, creando un senso di terrore a causa della costante invadenza e della capacità del molestatore di intromettersi nella sua vita privata. Nonostante la paura, la vittima ha trovato il coraggio di denunciare i fatti ai Carabinieri nei giorni scorsi. L’escalation della situazione ha portato l’uomo a sorprendere la donna, ferma all’interno della sua auto, bussando energicamente chiedendole di scendere.

Grazie a un servizio mirato predisposto dai militari, volto anche a proteggere la vittima, l’uomo è stato colto in flagranza del reato di atti persecutori, comunemente noto come “Stalking”. Nonostante il tentativo di fuga, è stato prontamente bloccato e arrestato. Dopo le procedure di rito, è stato condotto presso la sua abitazione, sottoposto agli arresti domiciliari, come disposto dall’Autorità Giudiziaria competente.

Leggi anche:  Degrado ed erba alta nella rotonda posta sulla provinciale che collega Mesagne a Sandonaci

Questo intervento rientra nelle attività specifiche del Comando Provinciale Carabinieri di Brindisi, finalizzate alla tutela delle donne vittime di atti persecutori, estese in tutta la provincia.

PUBBLICITA'