Catanzaro, incubo dopo un torneo di calcio: intossicazione alimentare per giovani atleti, tutti al Pronto Soccorso

Tra i malcapitati il gruppo squadre dell’Asd Gigi Orlandini che sarebbe dovuto essere tra i partecipanti a un torneo di calcio presso il Centro Federale

Schermata 2023 12 30 alle 19.25.02

Era previsto per il weekend in corso il torneo a Catanzaro, al Centro Federale, che avrebbe visto la partecipazione di piccoli calciatori delle categorie dal 2008 al 2015, ma si sono vissuti momento di preoccupazione in un resort di Botricello, in provincia di Catanzaro, una delle strutture particolarmente affollate per la presenza di numerose squadre giovanili di calcio impegnate nella manifestazione di livello nazionale.

Tanti presenti, soprattutto giovani atleti, che si sono sentiti male a causa di un’intossicazione. Una volta scattato l’allarme, sul posto sono intervenuti i carabinieri e diverse ambulanze con i sanitari che hanno iniziato a prestare i primi immediati soccorsi. Alcuni sono stati trasportati all’ospedale “Pugliese” del capoluogo.

Un vero incubo, purtroppo per molti dei giovani atleti delle società partecipanti, costretti a fare ricorso alle cure del pronto soccorso – in preda a febbre e vomito – a causa di dell’intossicazione alimentare. Buona parte dei ragazzi, però, nella notte successiva al secondo giorno di torneo ha cominciato ad accusare forti dolori allo stomaco, proseguiti anche nella mattinata. Anche alcuni adulti, tra mister e accompagnatori, hanno avuto la peggio.

Ad arrivare in Calabria non solo società della Regione, ma anche da altre parti del Sud Italia tra le quali la mesagnese dell’Asd Gigi Orlandini. La notte scorsa e l’intossicazione ha colpito anche il gruppo squadre della società calcistica mesagnese, che ha così dovuto rinunciare alla disputa delle gare previste per l’ultima giornata.

Leggi anche:  “MUOVINFESTA... per la legalità”

La situazione anomala e diffusa, che ha colpito anche i componenti di altre società presenti nella struttura ricettiva, è risultata subito non trascurabile tanto da richiedere l’intervento dei sanitari del 118 i quali, coadiuvati dai dirigenti societari presenti in loco e da alcuni genitori al seguito delle squadre, hanno immediatamente preso il controllo della situazione gestendola con la massima cura e attenzione.

415798510 858916706028750 8158974613927244970 n

“Il contatto con i familiari dei ragazzi e’ stato costante e in continuo aggiornamento grazie all’operato della dirigenza che si è posta come interfaccia tra loro e il gruppo sanitario intervenuto per l’imprevisto”.

La spedizione brindisina in terra calabra è adesso di ritorno verso casa. Era la prima esperienza fuori dai confini pugliesi per i giovani calciatori dell’Asd che sul campo avrebbero sicuramente potuto portare a casa degli ottimi piazzamenti.

Il torneo è stato ovviamente interrotto, con i giovani atleti e le società che hanno fatto rientro presso le proprie città. Ora sarà necessario far luce sulla vicenda.

PUBBLICITA'