Celebrazione della giornata mondiale della Sindrome di Sjogren: screening gratuito per i cittadini

Allo screening si potrà accedere esclusivamente previo colloquio telefonico chiamando il numero 347 1724040 dalle 15,00 alle 18,00 del 27 luglio 2023

Ospedale Perrino

Nel giorno (oggi 20 luglio 2023) in cui si celebra la giornata mondiale dedicata alla Sindrome di Sjogren, classificata fra le malattie autoimmuni più frequenti tra quelle che rientrano nell’insieme delle connettiviti e malattie del collageno, l’unità operativa di Reumatologia della Asl Brindisi, diretta da Paolo Di Giuseppe, ha reso noto di aver organizzato per mercoledì 9 agosto una giornata di screening clinico gratuito per i cittadini.

L’iniziativa è promossa in collaborazione l’Animass (Associazione nazionale malati Sindrome di Sjogren) e con l’Apmarr (Associazione persone con malattie reumatiche e rare) e sotto l’egida del Crei (Collegio Reumatologi italiani).

La Sindrome di Sjogren primaria è una malattia immunologica caratterizzata principalmente da secchezza orale e oculare, ma può coinvolgere anche altri organi e apparati, come il sistema nervoso centrale e periferico e le articolazioni.

La sindrome di Sjogren secondaria si associa invece con lo stesso corredo di segni e sintomi ad altre malattie reumatologiche, soprattutto alle connettiviti, ma anche all’Artrite Reumatoide.
La malattia colpisce più frequentemente le donne, soprattutto fra i 30 e i 50 anni, con un rapporto maschi:femmine di 1:20.

Tra l’altro è una patologia che esiste come entità a sé stante ma che non di rado si può associare in co-morbidità con altre malattie autoimmuni come il Lupus Eritematoso Sistemico, la Sclerosi Sistemica, l’Artrite Reumatoide, la Tiroidite di Hashimoto ma anche ad altre malattie autoimmuni meno frequenti.

Il decorso della malattia è generalmente benigno con uno sviluppo spesso subdolo, caratterizzato dalla presenza di secchezza gradualmente ingravescente degli occhi (sensazione di sabbia), della bocca e delle regioni genitali e, inoltre, da debolezza e dolori articolari e muscolari diffusi.

Leggi anche:  Linea Bari-Lecce, fermata ferroviaria al Perrino tra i temi dell’incontro del dg De Nuccio con Rfi

CAUSE E SINTOMI

Le cause della malattia non sono note. Si ritiene che alla base ci sia un trigger infettivo e una conseguente reazione autoimmune contro l’epitelio dei dotti ghiandolari mentre i sintomi caratteristici sono sensazione di bocca e occhi secchi. Si possono associare congiuntiviti e parodontopatie, ingrossamento delle ghiandole salivari, soprattutto delle parotidi, tosse secca, secchezza di cute e organi genitali. Altre manifestazioni comprendono artralgie, parestesieastenia, vasculite cutanea.

“Con frequenza variabile” dice il Dott. Paolo Di Giuseppe, “questa malattia si può complicare con vari interessamenti d’organo come reni e polmone, principalmente, ma anche cute, ghiandole endocrine ed altri. Il bersaglio più appariscente è dato dalle ghiandole salivari e lacrimali ed una complicanza rara, ma non troppo, è data dalla possibilità di insorgenza di un tipo di linfoma a bassa malignità chiamato MALT, per questo è importante diagnosticare questa malattia in fase iniziale”.

L’unità operativa di Reumatologia si occupa da circa 30 anni di questa patologia ed effettua tutti gli esami necessari alla diagnosi e all’inquadramento clinico, fra cui la biopsia delle ghiandole salivari accessorie del labbro inferiore con metodica mini-invasiva.

Allo screening si potrà accedere esclusivamente previo colloquio telefonico chiamando il numero 347 1724040 dalle 15,00 alle 18,00 del 27 luglio 2023.

Le persone con sintomi sospetti saranno visitate nella giornata del 9 agosto dalle 8,30 alle 14,00 negli ambulatori del Distretto di via Dalmazia a Brindisi.

La valutazione clinica si avvarrà del contributo gratuito degli specialisti reumatologi Dott.ssa Norma Carrozzo, dr. Armando Minosi e Dott. Paolo Di Giuseppe.

 

 

PUBBLICITA'