GDF Brindisi: cerimonia di avvicendamento nella carica di Comandante Interregionale dell’Italia Meridionale della Guardia di Finanza

Il Generale Carbone, nell’incarico dal maggio 2022, ha passato le consegne al collega Vito Gianpaolo Augelli, che sino a qualche giorno fa è stato Presidente della Commissione Permanente di Avanzamento presso il Comando Generale del Corpo a Roma

Vito Augelli

Nella giornata odierna, alla presenza del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d’Armata Andrea De Gennaro, presso la caserma Zanzur, ha avuto luogo la cerimonia di avvicendamento nella carica di Comandante Interregionale dell’Italia Meridionale tra il Generale di Corpo d’Armata Michele Carbone ed il Generale di Corpo d’Armata Vito Gianpaolo Augelli.

Il Generale Carbone, nell’incarico dal maggio 2022, ha passato le consegne al collega Vito Gianpaolo Augelli, che sino a qualche giorno fa è stato Presidente della Commissione Permanente di Avanzamento presso il Comando Generale del Corpo a Roma.

Nel periodo trascorso alla guida delle circa diecimila Fiamme Gialle che operano in Campania, Puglia, Molise e Basilicata – tutti contesti territoriali di particolare interesse istituzionale – il Generale Carbone ha assicurato una costante vicinanza ai Reparti dipendenti riscontrando il conseguimento di risultati di assoluto rilievo.

Per questo, il Generale Carbone ha espresso parole di sentita riconoscenza e profonda gratitudine nei confronti di tutti i finanzieri, donne e uomini, che operano nei territori campano, pugliese, molisano e lucano, per il loro instancabile impegno e dedizione a tutela delle libertà economiche dei cittadini, delle imprese e dei professionisti onesti.

L’azione dei Reparti del Comando Interregionale si è svolta con sistematiche, incisive intervenzialità trasversali nella lotta all’evasione fiscale e alle frodi fiscali nonché nel contrasto alla diversione delle risorse pubbliche. Particolare attenzione è stata riposta nell’aggressione dei patrimoni della criminalità organizzata e nella repressione di ogni altra forma di illegalità economica ed illecito arricchimento. Sono stati raggiunti eccellenti traguardi nell’affermazione di un efficace presidio della sicurezza economico-finanziaria in un’ampia e delicatissima area del territorio  nazionale caratterizzata da un tessuto economico e sociale particolarmente fragile e pervaso da illegalità diffusa. In questo contesto territoriale, va rimarcata l’importanza del dispositivo messo in campo dai Reparti del Corpo per lo svolgimento di interventi mirati e selettivi per efficaci e rapidi controlli sul corretto impiego dei fondi del piano nazionale di ripresa e resilienza che come noto prevede l’attuazione di rilevanti riforme strutturali all’interno di un disegno complessivo di transizione verso un’economia più sostenibile, innovativa e inclusiva.

Leggi anche:  Riapre lunedì ad Oria il centro dialisi con dieci postazioni di rene artificiale per i pazienti

Il Comandante Generale, Andrea De Gennaro, ha espresso al Generale Carbone, destinato ad assumere il prestigioso e delicato Ufficio di direttore della DIA, l’organismo interforze cui è attribuita la funzione di prefigurare, attraverso un’attenta analisi dei fenomeni criminali di stampo mafioso, le loro linee evolutive, al fine di orientare tempestivamente le investigazioni giudiziarie in modo da contrastare più efficacemente la criminalità mafiosa, i più sentiti ringraziamenti per l’opera prestata rivolgendo altresì al nuovo Comandante, il Gen. C.A. Vito Gianpaolo Augelli, un caloroso augurio di “buon lavoro” per l’importante incarico che andrà a ricoprire.

PUBBLICITA'