Controlli della Guardia di finanza: 23 lavoratori “in nero” e 4 “irregolari”

I controlli hanno interessato diverse attività nei comuni di Francavilla Fontana, Latiano, Oria e Torre Santa Susanna

18082023 105413 Caserma.Francavilla.Fontana

Lavoravano in diverse attività, ma non avevano un regolare contratto.

Nell’ambito dell’attività di controllo economico del territorio, nelle scorse settimane, le Fiamme Gialle della Compagnia di Francavilla Fontana hanno pertanto individuato 23 lavoratori “in nero” e 4 lavoratori “irregolari”.

Gli interventi dei Finanzieri sono stati eseguiti nei comuni di Francavilla Fontana, Latiano, Oria e Torre Santa Susanna ed hanno interessato diverse attività, tra cui ristoranti, pizzerie, bar, pub e agenzie di consulenza.

All’esito delle ispezioni eseguite sono stati verbalizzati 5 datori di lavoro per l’utilizzo di manodopera non dichiarata.

18082023 105345 Francavilla

Le Fiamme Gialle stanno, altresì, svolgendo ulteriori approfondimenti di carattere fiscale poichè la mancata formalizzazione dei contratti di lavoro è indicativa di una gestione imprenditoriale non trasparente, dove al pagamento in nero dei dipendenti corrisponde quasi sempre il conseguimento di ricavi non dichiarati.

Prosegue quindi senza sosta il piano dei controlli effettuati da parte dei militari del Comando della Guardia di finanza di, volti a contrastare il fenomeno del lavoro irregolare e/o in nero, che restano sempre due piaghe per l’intero sistema economico perché sottrae risorse all’erario, mina gli interessi dei lavoratori, spesso sfruttati, e consente una competizione sleale con le imprese oneste.

Leggi anche:  Sequestrati 60 kg di carne e chiusa una panetteria

L’attività delle Fiamme Gialle ha due principali obiettivi: arginare la diffusione dell’illegalità e dell’abusivismo nel sistema economico per tutelare le imprese che operano nella osservanza della legge e salvaguardare proprio la parte più debole in un rapporto di lavoro, ovvero i lavoratori.

Del resto l’evasione fiscale e contributiva, derivata dal fenomeno del lavoro nero e irregolare, costituisce un grave ostacolo allo sviluppo economico dei nostri territori in quanto le regole della concorrenza leale vengono inevitabilmente alterate penalizzando, altresì, l’equità e sottraendo spazi di intervento a favore delle fasce sociali più deboli.

PUBBLICITA'