Urne appena aperte in città. Si vota oggi (sabato 8 giugno 2024) fino alle 23 e domani (domenica 9  giugno) dalle 7 alle 23 per eleggere i rappresentanti al Parlamento europeo e, soprattutto, per rinnovare il Consiglio comunale.

Toni Matarrelli
Toni Matarrelli

Non ci sarà ballottaggio. E questo non perché – come dicono tutti – il risultato è scontato, ma perché i candidati a sindaco sono soltanto due e quindi non potrà esserci il doppio turno. Lunedì dunque, sapremo in maniera ufficiale chi è il nuovo sindaco e in maniera ufficiosa come sarà composto il nuovo Consiglio comunale con 16 rappresentanti dei mesagnesi a sedere in Aula.. E qui non bisogna dare nulla per scontato, perché se il consenso per il sindaco uscente sembra ampiamente condiviso, non tutti i Consiglieri comunali uscenti hanno fatto bene a detta dei cittadini. E loro, in queste ore, hanno appunto la possibilità di esprimere con il loro voto, o un placet o un cambio, dando il suffragio ad un nuovo candidato, la cui empatia ha preso nel loro cuore il posto del suffragato precedentemente.

Vincenzo Lotesoriere
Vincenzo Lotesoriere

“Non è così”, sentiamo di replicare, invitando ad andare alle urne. Privarci dello strumento che abbiamo di esprimerci è diseducazione civica e accettazione passiva di alcune questioni che siamo pronti a criticare in privato. Chi non vota non si lamenti: non ha titolo per farlo, non ne ha le facoltà. Il voto non è mai sprecato: è segno che teniamo alle nostre istituzioni e che intendiamo utilizzarle nei modi corretti. Buon voto!

 

PUBBLICITA'