Germogli di legalità, gli appuntamenti della prima decade di maggio

“Germogli di legalità 2023, coltiviamo responsabilità”, comincia all’indomani della Festa nazionale dei lavoratori il programma di iniziative organizzate dall’Amministrazione comunale di Mesagne in collaborazione con Scuole e associazioni.

Germogli di legalita

«Legalità e giustizia sociale, un connubio che è soprattutto un impegno: si traduce in azioni condivise, che hanno come fine quello di rinsaldare il rapporto tra istituzioni e cittadini, attraverso occasioni create ad hoc con iniziative a tema, ma che in realtà servono per affermare l’importanza della legalità come regola di vita quotidiana», spiega il sindaco di Mesagne, Antonio Matarrelli. Sarà l’Associazione “Scintilla”, martedì 2 maggio a Lab Creation, a inaugurare l’intero programma attraverso una speciale sezione inserita al suo interno – “Maggio dei  Diritti e della Legalità 2023 a scuola” il titolo – che si articola in quattro appuntamenti e si chiude l’1 giugno presso l’Auditorium del Liceo Scientifico “Epifanio Ferdinando”.

Dal 2 al 10 maggio, le Sale espositive del Castello comunale ospiteranno la mostra fotografica “La strage dei fiori” a cura dell’associazione “Pari Opportunità”, sulle violenze di genere in Iran. Il 4 maggio la data è scandita da un importante anniversario, l’Associazione Nazionale Polizia di Stato di Mesagne festeggia i 25 anni di istituzione con un’intensa giornata celebrativa. Il 6 maggio la scena è per i bambini e i ragazzi: dalle 17.30 alle 19.30, nelle vie del Centro Storico, si snoderà un percorso di letture itineranti che si concluderà all’interno dell’antico Maniero con uno spettacolo di burattini, l’iniziativa è a cura del Comitato interscolastico dei genitori. Si continua l’8 maggio al Salento Fun Park, dove a partire dalle 19.30 Antonella Napoli presenta il suo libro “Più forte della paura”: edizioni All Around, il testo racconta storie di innocenza spezzata e dell’impegno per i bambini di strada dell’ambasciatore Luca Attanasio, ucciso in un agguato il 22 febbraio del 2021 nella Repubblica democratica del Congo, e di tanti operatori che si occupano del loro recupero.

Leggi anche:  In Puglia il simposio sul carciofo

«Le iniziative proseguiranno per l’intero mese di maggio. Per la definizione della proposta finale – spiega Anna Maria Scalera, assessore ai Percorsi di Legalità della città di Mesagne – abbiamo potuto contare anche sul contributo che gli organizzatori di “Una corsa per la legalità”, la gara podistica che si svolse lo scorso maggio in ricordo le vittime della strage di Capaci, hanno voluto devolvere per la programmazione degli appuntamenti di quest’anno. Un gesto che vale e che apprezziamo molto». Le numerose  realtà che si ritrovarono a collaborare in quell’occasione – nove per l’esattezza, coordinate dall’ASD “Atletica Mesagne” e guidate dall’ANM– Associazione Nazionale Magistrati di Brindisi – seppero esprimere al meglio un modello culturale che si fonda congiuntamente sull’impegno diretto delle istituzioni e sul senso di responsabilità dei singoli cittadini.

PUBBLICITA'