Guardia di Finanza: continua l’azione di prevenzione e contrasto degli illeciti nella stagione estiva

I Finanzieri della Compagnia di Gallipoli hanno intensificato lungo tutto il tratto costiero i controlli a tutela della legalità economica, a Bari particolare attenzione è stata posta invece nei confronti del traffico, spaccio e consumo di sostanze stupefacenti nell’ambito dell’area metropolitana

GDF LECCE 04082023 092754 FOTO 1

I finanzieri della Compagnia di Gallipoli anche in considerazione dell’incremento dei flussi turistici che si registrano nella stagione estiva, hanno intensificato nei giorni scorsi lungo tutto il tratto costiero, inclusa la rinomata “Baia Verde”, i controlli a tutela della legalità economica e delle imprese oneste.

All’esito dell’attività in parola, le Fiamme Gialle gallipoline hanno individuato 12 lavoratori in nero. Nello specifico, i finanzieri hanno eseguito mirati controlli che – supportati dalle informazioni raccolte nel corso del controllo economico del territorio nonché dalle segnalazioni pervenute da parte dei cittadini al numero di pubblica utilità “117” della Guardia di Finanza – hanno permesso di individuare attività ricettive della zona che impiegavano lavoratori non regolari, alcuni dei quali, tra l’altro, risultati percettori di reddito di cittadinanza.

I finanzieri hanno, inoltre, sottoposto a controllo diversi soggetti commerciali nei cui confronti è stato riscontrato l’omesso rilascio della ricevuta e dello scontrino fiscale ovvero la mancata installazione del registratore telematico.

È stata prestata, altresì, attenzione all’evasione immobiliare, con particolare riguardo alle case vacanze in affitto, concentrando i controlli su cinque interventi. Di particolare rilievo, sono stati due casi di evasione fiscale per affitti non dichiarati al fisco per oltre 40.000 euro.

Al fine di garantire una circolazione sicura per i cittadini e i turisti, le attività dei finanzieri della cittadina jonica si sono soffermate anche sul fenomeno delle navette abusive che operano sul litorale, all’esito delle quali sono stati individuati e fermati 2 veicoli, i cui conducenti sono stati sanzionati per violazioni del codice della strada. Nei confronti degli stessi sono in corso di esecuzione gli approfondimenti di natura fiscale al fine di accertare la posizione reddituale.

Tali interventi, che proseguiranno nel corso della stagione estiva, vanno a collocarsi nel più ampio obiettivo strategico del contrasto all’evasione fiscale, che costituisce un grave ostacolo allo sviluppo economico perché distorce la concorrenza e l’allocazione delle risorse, mina il rapporto di fiducia tra cittadini e Stato e penalizza l’equità, sottraendo spazi di intervento a favore delle fasce sociali più deboli.

Leggi anche:  La Polizia di Stato arresta due truffatori

Anche a Bari prosegue incessante, anche nel corrente periodo estivo, l’azione di prevenzione e contrasto ad ogni forma di illecito posta in essere dalla Guardia di Finanza, con particolare attenzione al traffico, spaccio e consumo di sostanze stupefacenti nell’ambito dell’area metropolitana, meta di un crescente afflusso di turisti nelle zone costiere e nei borghi di maggiore interesse culturale.

Le attività di servizio finora condotte hanno interessato soprattutto le principali arterie stradali, gli scali portuali e aeroportuali di Bari, le aree della movida e le località marine. Alle stesse hanno fornito prezioso ausilio le Unità Cinofile del Gruppo Pronto Impiego di Bari che costantemente danno supporto ai presidi territoriali del Corpo operanti nelle province di Bari e Barletta-Andria-Trani.

GDF Bari 3 04082023 085225 FOTO03

Le Unità Cinofile del Corpo, composte dal “conduttore” e dall’“ausiliare”, uniti da uno stretto legame di fiducia, rappresentano il risultato di un impegnativo e mirato corso di specializzazione presso il Centro Addestramento Cinofili della Guardia di Finanza, ubicato in Castiglione del Lago (PG), dove i cuccioli vengono allevati ed addestrati per il successivo impiego a contrasto di illeciti di diversa natura, in particolare nei settori “antidroga”, “antitabacco”, “antivaluta” (cd. “cash-dog”) e “soccorso”.

GDF BARI 1 04082023 085209 FOTO01

Lo scorso giugno, al termine di un periodo di addestramento di sei mesi, è giunto al Gruppo Pronto Impiego di Bari ed immesso in servizio un cane “anti-valuta” (cd. “cash-dog”). Il pastore tedesco di 21 mesi, di nome Kristina, è stato abituato sin da cucciolo, tramite la tecnica dell’associazione, a fiutare il caratteristico odore delle banconote in ogni circostanza, anche se occultate all’interno di bagagli e doppi fondi.

L’impiego degli “amici a quattro zampe”, risorsa preziosa per il Corpo, consente di ottimizzare la performance operativa quotidianamente assicurata dai militari della Guardia di Finanza di Bari, garantendo così un rafforzamento del presidio a tutela della legalità e della sicurezza nell’intera area metropolitana.

 

PUBBLICITA'