Il Circolo Tennis Brindisi è promosso in A2

Lo storico traguardo è stato raggiunto al termine di una sfida contro il CT Bari durata sette incontri e ben 12 ore di gioco

La squadra del CT Brindisi promossa A2

Il sogno è diventato realtà: il Circolo Tennis Brindisi ha infatti centrato il traguardo della promozione in A2.

Alla fine di una vera e propria maratona, la formazione brindisina si è imposta per 4 a 3 al CT Bari, tagliando per la seconda volta nella sua storia il prestigioso traguardo.

La finale di ritorno playoff, l’ultima del Campionato Nazionale a Squadre di Serie B1 Maschile, è stata una vera e propria maratona, ci sono voluti ben sette incontri (4 singolari e 3 doppi) nel corso di una gara lunga ben 12 ore di gioco.

Ciò dal momento che dopo il pareggio (lo scorso 2 luglio per 3 a 3) sul campo barese e il 3 a 3 sulla terra rossa di via Ciciriello al termine dei sei incontri regolamentari (4 singolari e 2 doppi), è stato necessario ricorrere a doppio di spareggio vinto dal team brindisino.

«E’ stata una giornata fantastica e una stagione eccezionale, conclusa come meglio non si poteva», ha affermato Paolo Perrone, direttore del C.T. Brindisi.

«Siamo arrivati primi nella fase a gironi davanti a corazzate come Pavia e Rimini e dopo una battaglia durata quasi dodici ore siamo riusciti ad avere la meglio sulla forte formazione del Circolo Tennis Bari che ha combattuto fino all’ultimo punto. Devo ringraziare i nostri ragazzi per questa impresa e per aver dimostrato che con il lavoro e la dedizione ogni traguardo può essere raggiunto. Un ringraziamento speciale al nostro capitano, Vito Tarlo, il quale ha guidato in maniera magistrale la squadra e nei momenti topici della stagione è riuscito con il suo apporto a condurre il gruppo verso vittorie insperate. Un grazie ai nostri stranieri, Maciej Rajski e Marek Jaloviec, i quali con la loro esperienza e professionalità hanno conquistato successi importanti. Un plauso al nostro Matteo De Vincentis, che con la sua carica e il suo immenso cuore, oltre che con prestazioni sempre di altissimo livello, ha trascinato tutta la squadra. Il ringraziamento più grande, però, va ai nostri ragazzi, Andrea Massari, Jacopo Tarlo e Riccardo De Solda, che sono nati e cresciuti nel nostro Circolo: Andrea è stato eccezionale, un esempio per i compagni e una certezza di vittoria in campo, Jacopo è stato sorprendente incassando punti decisivi con avversari sulla carta più forti e, infine, Riccardo, che pur avendo giocato poco, è sempre stato vicino ai compagni ed è stato determinante nel sostenerli fino alla fine. Menzione speciale devo fare, poi, al nostro pubblico, che nella ultima e decisiva sfida contro Bari ci ha sostenuto fino all’ultimo minuto dell’ultima partita e ha dato un contributo fondamentale per la vittoria finale. Un ringraziamento speciale a tutta la nuova dirigenza, che con la sua competenza e il suo impegno ci ha consentito di costruire una squadra vincente e, seppure nelle difficoltà, ha sostenuto e accompagnato la squadra in ogni suo passo. Adesso, ci aspetta la sfida della serie A2. siamo già al lavoro per trovare le risorse per implementare la squadra e farci trovare pronti per portare il nostro Circolo sempre più in alto».

Leggi anche:  Welfare locale: a Bari 1° Festival delle buone pratiche dei Comuni pugliesi

Andrea Massari, giocatore CT Brindisi (1)

E’ stato un susseguirsi di emozioni che hanno tenuto con il fiato sospeso gli spettatori presenti sugli spalti, praticamente fino al doppio decisivo vinto al dalla coppia De Vincentis/Massari con il punteggio di 6-2, 4-6, 11-9.

«Non riesco a parlare per l’emozione. Ad inizio stagione non pensavamo di arrivare a vivere quello che stiamo vivendo in questo momento», ha commentato nel post gara Vito Tarlo, capitano del C.T. Brindisi.

«La promozione in serie A2 è il coronamento di un sogno sportivo: abbiamo disputato un girone quasi perfetto, con una sola sconfitta e vincere la fase playoff al doppio di spareggio, in casa davanti al nostro pubblico, annullando due match point è una emozione indescrivibile. Sono felice, i ragazzi sono stati strepitosi, dalla prima giornata ad oggi hanno dimostrato di essere una squadra vera, forte e solida, meritando appieno questa promozione in A2. Dopo la retrocessione nel 2019 dalla serie A2 alla B1, immeritata rispetto alle potenzialità della nostra squadra, questo risultato rappresenta una chance importante. Ringrazio tutti: i ragazzi, i dirigenti per il supporto fondamentale e ovviamente tutti i nostri soci per l’immenso affetto che ci dimostrano ogni giorno Abbiamo vinto tutti insieme, come in una grande famiglia».

 

PUBBLICITA'