Il Consorzio Ospito, in gemellaggio con il Consorzio Albergatori di Carovigno protagonisti ai padiglioni TTG di Rimini

L’iniziativa mira a valorizzare le bellezze del territorio e a favorire la cooperazione tra le imprese dell’accoglienza

IMG20231012155754

I padiglioni del TTG, la manifestazione italiana di riferimento per la promozione del turismo mondiale di Rimini, hanno riaperto come di consueto in questo fine 2023 con nuove frontiere, progetti di innovazione e con le voci dei protagonisti che annunciano e dibattano sui temi emergenti del momento.

Il Consorzio Ospito, in gemellaggio con il Consorzio Albergatori di Carovigno, ha presentato un progetto, realizzato con il supporto della CCIAA di Bari e in collaborazione con l’assessorato al Turismo, Sviluppo e Impresa Turistica della Regione Puglia, per promuovere la Puglia centrale come destinazione turistica di eccellenza.

L’iniziativa mira a valorizzare le bellezze del territorio e a favorire la cooperazione tra le imprese dell’accoglienza. L’idea alla base del progetto è quella di coinvolgere i territori situati tra le province di Bari, Brindisi e Taranto, con Monopoli e Carovigno che svolgeranno un ruolo di primo piano come capofila.

L’obiettivo è promuovere la Puglia centrale come meta turistica, mettendo in rete le imprese dell’accoglienza e creando una piattaforma gestionale innovativa che permetterà di centralizzare i servizi offerti dalle imprese socie dei due consorzi, consentendo di erogarli in una logica di sistema. In particolare, si mira a riunire posti letto e servizi di accoglienza e assistenza turistica all’interno di un sistema digitale che consenta alle imprese del territorio, soprattutto alle piccole e micro imprese extralberghiere, di proporsi sul mercato aprendo a segmenti l’incentive.

“Pur con le difficoltà intrinseche dei consorzi”, dice Enzo Di Roma, Presidente di entrambi i consorzi alberghieri di Monopoli e Carovigno, “siamo entusiastici nel presentare a Rimini questo progetto che, pur non essendo una novità nel settore turistico, è un’innovazione per i nostri territori che stanno crescendo come offerta, presenze e fatturato. E’ un ulteriore passo che con i nostri soci abbiamo effettuato nell’ottica di privilegiare le qualità aziendali delle imprese consorziate e creare una rete distributiva di prodotti e servizi affinché nella destinazione Puglia ci sia spazio per i nostri territori”.

Leggi anche:  L’infermiere riconosce il valore della ricerca scientifica e della sperimentazione

Attraverso un innovativo sistema di interazione, pensato per il mercato B2C (Business-to-Consumer), la piattaforma permetterà di posizionare commercialmente, sia in Italia che all’estero, il network di imprese che aderiscono al consorzio. Saranno proposti i servizi delle imprese rivolti agli operatori internazionali interessati a promuovere il prodotto “Puglia Centrale” nei loro abituali contesti promozionali.

La piattaforma, sviluppata e promossa attraverso il web, consentirà di ampliare il periodo di operatività delle strutture turistiche, grazie a un sistema di accoglienza diffusa gestita da un algoritmo proprietario per la gestione dei servizi e dei benefici che faranno parte del progetto.

“I dati che sono stati anticipati da Puglia Promozione”, dichiara Francesco Piscinelli, consigliere e responsabile della comunicazione del Consorzio Albergatori di Carovigno, “con un incremento di presenze in Puglia intorno al 5,5%, confermano quanto avevamo ipotizzato lo scorso luglio. Non è un dato eccezionale, ma lo diventa se pensiamo che il nostro settore ha dovuto fronteggiare negli ultimi tre anni, dapprima la pandemia, poi la guerra in Ucraina e per finire un aumento dei costi dell’energia e delle materie prime che hanno inciso, obbligatoriamente, anche nelle scelte dei turisti”.

 

PUBBLICITA'