Il Mesagne batte il Melendugno nel prima del 2023

Tutto facile sul campo del Melendugno, ultima della classe. Gara in archivio già dopo i primi 45 minuti.

Mesagne Melendugno

MELENDUGNO-MESAGNE 1-4

Melendugno: Grava, Rutigliano M., Giannuzzi, Greco, Cretì, Longo (36’st Rizzo), Rutigliano F. (14’st Verri), De Giorgi, Belmonte (27’st Veri), De Matteis, Fitto (1’st Fuso). A disp.: Luceri, Peluso, Mancarella, Giancane, Doria. All.: Longo.

Mesagne: Carriero, Cohen, Schirinzi, Lotito (17’st Morelli), Giardino, Borromeo, Orfano (37’st De Luca), Difino, D’Ippolito, Menga (21’st Princi), Birtolo (11’st Miccoli). A disp.: Schettino, Nyah, Morelli, Giancola. All.: Ribezzi.

Arbitro: Albano di Taranto.

Marcatori: 11’pt Borromeo, 30’pt Menga, 45’pt Birtolo, 20’st Cretì, 37’st Difino.

NOTE – Espulso: 27’pt Borromeo per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: Rutigliano M., Giannuzzi, Miccoli.

Tutto fin troppo facile per il Mesagne che sbanca il campo del fanalino di coda Melendugno con assoluta facilità nonostante l’inferiorità numerica dal 27’ del primo tempo.

Fin troppo netto il divario tecnico tra le due squadre, che i ragazzi di mister Ribezzi mettono in evidenza sin dalle primissime battute.

I giallo-blù ci mettono veramente poco a sbloccare il risultato. Lo fanno dopo 13 giri di lancette con Borromeo (di testa su aziona d’angolo) e da lì in avanti diventa ancora di più troppo semplice. Le marcature di Menga e Birtolo in chiusura di primo tempo chiudono definitivamente il match.

Leggi anche:  Polizia di Stato: arrestata una donna di Mesagne presunta spacciatrice

Di fatto scorrono già i tioli di coda mentre i gol nel secondo tempo di Cretì (per i padroni di casa) e Difino (per gli ospiti) servono solo a fissare il risultato finale.

 

 

 

 

PUBBLICITA'