Il Mesagne batte l’Ostuni e conquista la prima vittoria stagionale

Dominio assoluto per un Mesagne padrone del match sin dalle primissime battute contro un Ostuni mai in partita

Mesagne Calcio 2020 380270370 730502879091714 1272721773845491217 n

MESAGNE-OSTUNI  3-0

Mesagne: Carriero, Orfano, Galeone, Pizzolla (32’st Coronese N.), Cerrato, Tamborrino (15’st Lombardi), Giancola (25’st Nyah, Sacco (20’st Di Dio), Vapore (38’st Gravili), D’Ippolito, Coronese M. A disp.: Pizzi, Miccoli, Ancora, De Martino. All.: Cimino.

Ostuni: Sly, Milzi, Fiorentino, Cimaglia, De Souza, D’Amico, Asciano, Spinelli N., Spinelli A. (1’st Puzzovio), Quarta, Angelini. A disp.: Cavallo, Ben Kousni, Puzzovio. All.: Fortunato.

Arbitro: Navarino di Taurianova.

Marcatori: 5’pt Pizzolla, 34’pt Tamborrino, 5’st Vapore (rigore)

NOTE – Ammoniti: Milzi

Tutto come da copione: il Mesagne fa suo il derby contro l’Ostuni in maniera quanto mai semplice, senza penare più di tanto.

Troppo netto il divario tra le due squadre perché si potesse pensare a ben altro esito di una partita mai in discussione, che i padroni di casa hanno preso in mano sin dalle primissime battute.

Il 3-0 finale dice tanto ed è uno scarto che poteva essere anche maggiore se solo i padroni di casa fossero stati più precisi sotto porta.

Di fatto non c’è mai stata partita. Il Mesagne mette in chiaro subito le cose e dopo aver sfiorato il vantaggio con Giancola trova l’1-0 al minuto 5 con Pizzolla.

Il gol del vantaggio non ferma certo la formazione di mister Cimino, che continua a pigiare sull’acceleratore.

Calcio Mesagne Ostuni 380227900 730503559091646 4101610080403464691 n

E’ un monologo anche perchè la formazione della città bianca è veramente troppo poca cosa, non riescendo mai a venire fuori dalla sua metà campo.

Leggi anche:  "Mesagne non è il “centro storico”. Mesagne è la Città con il centro e la periferia. Non è solo questione di coordinate urbanistiche, ma anche di tipo economico-sociale e culturale"

Per l’estremo di casa è un pomeriggio di assoluta amministrazione, una sorta di spettatore non pagante.

Nel frattempo il Mesagne continua a fare il bello ed il cattivo tempo: sfiora il raddoppio in almeno tre circostanze prima di trovarlo al 35’ grazie a Tamborrino, che da dentro l’area batte l’estremo avversario con un tiro forte e preciso.

Stessa musica in avvio di secondo tempo. Il Mesagne continua ad essere dominante in ogni zona del campo, l’Ostuni prova a limitare i danni, ma è sempre più in difficoltà. Passano appena cinque minuti e i gialloblù di casa trovano la terza marcatura con Vapore, che trasforma un penalty concesso dal direttore di gara par un fallo di mano in area da parte di un difensore ostunese.

Qui cala definitivamente il sipario, con il Mesagne che afiora la quarta marcatura con Sacco, Galeone, Giancola e Nyah senza però riuscire a trovarla.

Per arriva così il primo successo stagionale, per l’Ostuni invece il terzo stop di fila.

Risultati 3^ giornata: B.Campi-Novoli 2-1; Otranto-Racale 1-2; Manduria-Ginosa 1-0; Mesagne-Ostuni 3-0; Massafra T.Maglia 3-0; Ugento-San Pietro V.co 1-0; Matino-Arboris Belli 2-1

Classifica: Manduria e Ugento 9; Massafra, Novoli, San Pietro V.co e B.Campi 6; Mesagne, Racale e Matino 4; Arboris Belli e Ginosa 3; T.Maglie 1; Otrano e Ostuni 0.

Prossimo turno (domenica 1 ottobre): T.Maglia-Otranto; Arboris belli-B.Campi; Mesagne-Ugento; Racale-Ginosa; Ostuni-Massafra; San Pietro V.co-Matino; Novoli-Manduria

 

 

 

PUBBLICITA'