Il Mesagne perde di misura sul campo della capolista Manduria

Sconfitta di misura per i gialloblù che restano in partita fino alla mezz'ora del secondo tempo. Resta l'amaro in bocca, ma la prestazione offerta da Orfano e compagni lascia ben sperare per il futuro

Mesagne Calcio 2020 376923089 721715629970439 8743122899404156265 n

MANDURIA-MESAGNE  1-0

Manduria: Maraglino, Dorini, Lopez, Bocchino, Cicerello, Maroto (10’st Quarto), Linares, Tondi, Espinar, Munoz, Cavaliere (39’st Aquaro). A disp.: Salvadore, Cutrone, Ettore, Scardia, Argese, Signorelli. All.: Salvadore A..

Mesagne: Carriero, Orfano, Galeone, Lombardi, Cerrato, Tamborrino, Coronese M. (14’st Giancola), Sacco (32’st Pizzolla), Baba, D’Ippolito, Vapore. A disp.: Pizzi, Di Dio, Spagnulo, Gravili, Miccoli, Coronese N., Ancora. All.: Semeraro.

Arbitro: Carpentiere di Barletta

Marcatori: 31’st Munoz.

NOTE -Ammoniti: Cavaliere, Tondi, Baba, Carrierto, D’Ippolito, Pizzolla.

L’amaro in bocca resta e non potrebbe essere diversamente dopo aver tenuto testa alla capolista (ancora imbattuta) Manduria per ben 76 minuti.

Dalla trasferta contro la formazione jonica, il Mesagne torna a casa con zero punti all’attivo ma con la consapevolezza di aver giocato la sua partita a viso aperto, mettendo in difficoltà (e non poco) la vera corazzata del girone B del campionato di Eccellenza.

I gialloblù (guidati per l’occasione da mister Semeraro che siede in panchina al posto dello squalificato Cimino) partono con il piglio giusto: dopo cinque minuti dal via sfiorano il vantaggio con Vapore e poi con Mattia Coronese (minuto 27).

Il Mesagne tiene molto bene testa al più quotato avversario che, di fatto, trova molte difficoltà a scardinare il piano tattico predisposto dagli avversari. Al 21’ della ripresa ancora una ghiotta occasione per i messapici che vanno vicini alla marcatura con Baba (salvataggio sulla linea di Cicerello), ma nel momento migliore i padroni di casa sbloccano il risultato con un colpo di testa di Munoz (31’ del secondo tempo).

Leggi anche:  Il Mesagne batte l'Ostuni e conquista la prima vittoria stagionale

Qui finiscono le ambizioni degli ospiti che non ne hanno veramente più per cercare d’impattare il risultato.

“Dopo la bellissima partita che i ragazzi hanno giocato contro il Manduria e che non meritavano di perdere, abbiamo la consapevolezza di poter raggiungere il traguardo della salvezza che ci siamo prefissati, sappiamo che la strada da fare è ancora lunga, ma i segnali sono incoraggianti”, il commento del presidente Vincenzo Todisco.

“La nostra è una squadra giovane, che ha bisogno del sostegno di tutti i tifosi. A cominciare da domenica quando ci aspetta una partita (contro il Matino, ndc) molto, molto difficile”.

Risultati 5^ giornata

B.Campi-Racale 1-0; Otranto-Arboris Belli 3-2; Ginosa-Novoli 1-2; Manduria-Mesagne 1-0; Massafra-San Pietro V.co 2-1; Ugento-Ostuni 7-0; Matino-Maglie 5-0.

Classifica: Manduria 15; Ugento e Massafra 12; Matino e Brilla Campi 10; Novoli 9; San Pietro V.co 6; Racale e Maglie 5; Arboris Belli, Mesagne, Otranto e Ginosa 4; Ostuni 0.

Prossimo turno (15 ottobre 2023): Maglie-Ginosa; Arboris Belli-Novoli; Racale-Manduria; Mesagne-Matino; Ostuni-Otranto; Ugento-Massafra; San Pietro V-co-Brilla Campi.

PUBBLICITA'