Il Nas di Taranto intensifica i controlli nel settore alimentare

I controlli, effettuati in prossimità delle festività natalizie, hanno portato alla chiusura di una pasticceria e al sequestrato di 65 chili di alimenti

Schermata 2023 12 19 alle 14.31.02

Ben sessantacinque i chili di materie prime e preparazioni alimentari scadute di validità per un valore di circa 1.000 euro e la sospensione di un’attività del settore alimentare per gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali: questo è il risultato di alcuni controlli effettuati dal Nas di Taranto in collaborazione con il S.i.a.n. dell’Asl competente presso due pasticcerie della provincia di Brindisi.

Durante l’ispezione di una pasticceria, sono state infatti riscontrate gravi carenze strutturali ed igienico-sanitarie, la mancanza dei requisiti minimi di cui all’allegato II del Reg. CE 852/2004, nonché la mancata ottemperanza alle procedure previste dal manuale di autocontrollo (presenza di sporco pregresso, copiose ragnatele nei pressi dei piani di lavoro, disordine diffuso, soluzioni di continuità all’intonaco e la mancata effettuazione delle analisi previste dal piano HACCP) che hanno portato necessariamente alla chiusura della stessa ai fini della tutela della salute pubblica.

In un’altra attività del medesimo settore alimentare sono stati invece rinvenuti alimenti con data di scadenza e TMC superati, sottoposti a sequestro amministrativo.
Contestualmente, ai titolari sono state elevate sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di circa 3.000 euro.

PUBBLICITA'