Inclusione attraverso la pallacanestro

Nel PalaEmidea di Francavilla Fontana la giornata di "Special Olympics European Basketball Week", un movimento globale che sta creando un nuovo mondo fatto di inclusione e rispetto, dove ogni singola persona viene accettata e accolta, indipendentemente dalla sua capacità o disabilità.

406215779 10219513970353777 5296206753653411078 n

E’ stata quella di oggi -lunedì 27 marzo- una mattinata fatta di allegria, piacere, entusiasmo, slancio e trasporto nella quale i ragazzi e le ragazze dell’Istituto Comprensivo di Latiano insieme ai loro coetanei delle scuole medie di primo grado “P.Virgilio Marone” di Francavilla,G.Mazzini” di Torre Santa Susanna e “Materdona-Moro” di Mesagne sono stati protagonisti di della manifestazione Special Olympics European Basketball Week.

Più di 100 gli studenti che nel PalaEmidea di Francavilla Fontana (il comune della città degli Imperiali ha patrocinato l’evento) sono stati gli attori principali di una manifestazione vissuta all’insegna della pallacanestro inclusiva.

PHOTO 2023 11 27 13 45 25 (2)

Una serie di partite di 10 minuti ciascuna tra i vari Istituti per quella che è stata un’occasione di apprendimento per i più giovani e un’opportunità di crescita per tutti

ha voluto rappresentare un’occasione di apprendimento per i più giovani e opportunità di crescita per tutti.

Sono stati proprio i ragazzi a riconoscere come il basket, e nello specifico la Pallacanestro Unificata di Special Olympics (che prevede il coinvolgimento di squadre composte da atleti con e senza disabilità intellettive), possa essere la risposta giusta alle loro difficoltà.

Soprattutto perché l’obiettivo della campagna è quello di abbattere stereotipi e pregiudizi che ancora oggi esistono nei confronti delle persone con disabilità intellettive attraverso una chiamata all’azione, scendendo virtualmente “in campo” con gli atleti Special Olympics che dimostrano ogni giorno capacità e talento sui campi da gioco.

PHOTO 2023 11 27 13 45 25 (4)

Infatti lo sport, e la palla a spicchi nello specifico, rappresenta la strada giusta che permette di ritrovarsi, abbandonando così definitivamente la solitudine e la disistima.

Leggi anche:  Golden Players Over 55: a canestro per la solidarietà

Ci sono volti che non esprimono le difficoltà e sofferenze. Volti che gli insegnanti e gli allenatori vedono perfetti per gli obiettivi da raggiungere, ma non tutto quel che accade dentro questi ragazzi viene colto.  E il basket, la pallacanestro unificata che di fatto vuol dire “giocare insieme” è la risposta magica.
Adulti, ragazzi, volontari, che giocano insieme, che costruiscono insieme un universo di senso per le cose. Offre a tutti un ruolo, quello giusto, il Proprio ruolo. Offre una cornice, il campo di gioco per sperimentare regole e relazioni.

PHOTO 2023 11 27 13 45 50 (2) 2

E all’interno della manifestazione c’è stato anche il Flashmob di Special Olympics Italia, che nel tempo è diventato una piacevole tradizione, un evento tanto atteso dagli Atleti, dai familiari, dai team Special Olympics come anche dai ragazzi degli Istituti scolastici.

Il Flashmob 2023 #SpecialOlympicsBalla è stato sulle note incalzanti di “What a feeling” colonna sonora del film Flashdance”.

Un canto che incoraggia a non abbandonare mai i propri sogni, seguendoli sempre con determinazione e passione così come fanno i nostri Atleti, superando difficoltà e credendo nelle proprie potenzialità. Non è un caso, d’altronde, che il Giuramento dell’Atleta Special Olympics reciti come segue: “Che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze“.

 

PUBBLICITA'