Infortunio per Vito Dell’Aquila costretto al ritiro nel secondo round

Dopo un avvio promettente con tre vittorie senza perdere un round, negli ottavi di finale contro l’ungherese Salim, Dell’Aquila ha subito la frattura alla mano che ha compromesso la sua performance successiva.

Vito dellì'Aquila

C’è delusione com’è normale che sia in queste circostanze. Alla Crystal Hall di Baku (Arzebaijan), dove sono in corso di svolgimento i mondiali di taekwondo, il campione olimpico Vito Dell’Aquila non è riuscito a confermare il titolo di campione del mondo nella categoria -58kg conquistato lo scorso mese di novembre in Messico, a Guadalajara.
A fermare la corsa verso un atteso bis dell’azzurro è stato però un infortunio alla mano destra, che ha reso impossibile la difesa del titolo.

Dopo un avvio promettente con tre vittorie senza perdere un round, negli ottavi di finale contro l’ungherese Salim, Dell’Aquila ha subito la frattura alla mano che ha compromesso la sua performance successiva. Nei quarti di finale contro l’iraniano Altaryreh Mahmoud, il campione italiano è stato costretto al ritiro nel secondo round.

“Non ho potuto più usare le mani e combattere con le sole gambe è praticamente impossibile. Ci ho provato, ma mi faceva male anche semplicemente mentre mi muovevo. Mi sono dovuto fermare” sono state le sue parole.

Contro l’avversario giorgiano, Vito Dell’Aquila è andato subito in difficoltà perdendo il primo roud con il punteggio di 16-4, salvo poi doversi arrendere e a dare forfait a meno di un minuto dal termine del secondo round mentre si trovava in svantaggio per 1-8.
Nonostante lo stop, la “nota lieta” è che resta sempre in una buona posizione in ottica qualificazione olimpica per i Giochi Olimpici di Parigi 2024.

Leggi anche:  Intelligenza Artificiale: sfide e opportunità per la Scuola del futuro

Prima di vedere il suo cammino interrompersi nei quarti di finale, in precedenza lil campione mesagnese aveva precedentemente battuto Khavari (Team rifugiati), l’iraniano Hosseinpour e l’ungherere Gergely.

“Lo staff sanitario predisporrà tutto il necessario affinchè Vito faccia un recupero veloce e senza complicazioni, questo comporterà sicuramente un cambio di programma stagionale, ma tutti noi sappiamo che nello sport gli infortuni vanno messi in conto, Vito ha la freddezza e la determinazione giusta per affrontare e superare questa situazione al meglio” sono state invece le dichiarazioni del presidente Fita Angelo Cito.

PUBBLICITA'