La Prefettura sospende il sindaco di Erchie dalla sua carica

Lo stesso provvedimento è stato disposto per gli assessori Bernardi e Melechì dopo i provvedimenti cautelari disposti dal gip di Brindisi

Comune di Erchie 418287277 770273241801705 8593547525606930411 n

Dopo gli arresti, scatta la Legge Severino. Il Prefetto di Brindisi Michela La Iacona ha infatti disposto la sospensione di Pasquale Nicolì dalla carica di Sindaco di Erchie, di Vito Oronzo Bernardi dalla carica di Assessore Comunale ai Servizi Ambientali, Lavori Pubblici e Polizia Urbana e di Pamela Melechì dalla carica di Assessore Comunale ai Servizi Sociali, Politiche Giovanili e Pari Opportunità.

Insieme a Ciro Pasquale, ex responsabile dell’Area Tecnico-Amministrativa del Comune, i tre sono indagati, a vario titolo, per “concussione e tentata concussione, abuso d’ufficio in concorso e atti persecutori, tutti aggravati dall’aver commesso il fatto contro un pubblico ufficiale, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici in concorso, induzione indebita a dare o promettere utilità, raccolta, trasporto e abbandono incontrollato di rifiuti speciali non pericolosi e violenza sessuale aggravata dall’aver commesso il fatto contro un incaricato di pubblico servizio e dall’aver abusato di autorità e relazione d’ufficio”.

I provvedimenti sono stati adottati a seguito della decisione del G.I.P. del Tribunale di Brindisi che, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha disposto la misura degli arresti domiciliari nei confronti di Nicolì e di Bernardi e del divieto di dimora nei confronti di Melechì.

Il terremoto giudiziario ha scosso il piccolo centro brindisino nella mattinata di oggi martedì 9 gennaio 2024 quando i Carabinieri della Compagnia di Francavilla Fontana hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti delle quattro persone, di cui due, per l’appunto, sottoposte agli arresti domiciliari e due al divieto di dimora.

Il provvedimento cautelare, emesso dal G.I.P. presso il Tribunale ordinario di Brindisi, Barbara Nestore, su richiesta della locale Procura della Repubblica (nelle persone del procuratore aggiunto Antonio Negro con i sostituti Marino Giovanni e Pierpaolo Montinaro) ha coordinato le indagini -condotte dai Carabinieri della Stazione dei Carabinieri di Erchie e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia francavillese- riguarda molteplici condotte ritenute, allo stato, delittuose che sarebbero state commesse dagli indagati tra l’ottobre 2020 e maggio 2022.

Leggi anche:  Piazza XXV Luglio invasa dagli aghi di pino

Intanto si registra la nota ufficiale da parte  del Comune di Erchie.

“La vicenda giudiziaria”, si legge, “che ha coinvolto l’amministrazione comunale, al momento, non ostacola il regolare svolgimento dell’attività amministrativa.
Il vicesindaco, il dottor Giuseppe Polito, assumerà le funzioni del primo cittadino, come previsto dalla Legge. In attesa che i singoli amministratori chiariscano la propria posizione personale di fronte alla Giustizia, confermiamo la fiducia nell’operato della magistratura e degli organi inquirenti”.

 

 

PUBBLICITA'