L’Omega Annunziata sempre più regina del mercato di volley maschile

coach capozziello

L’Omega Annunziata non si ferma. In casa messapica l’obiettivo non è dichiarato, ma le intenzioni sono molto, molto chiare: essere protagonisti nel prossimo campionato regionale di serie C regionale.

Non si sono infatti ancora sopiti gli echi dell’acquisto di Alessio Ristani che subito da casa Omega Annunziata arriva l’annuncio di ben altri tre arrivi di assoluto spessore. Sono giovani dalle notevoli capacità tecniche condite da esperienze nella categorie superiori.

Le new entry rispondono ai nomi di Gianluca Solazzo, Michele Olimpio ed Antonio Vinci.

GIANLUCA SOLAZZO

Per lui si tratta di un gradito ritorno dopo aver indossato la casacca gialloblù nel 2018 sotto l’egida di Mister Raffaele Capozziello. Con lui in regia l’allora Annunziata Volley raggiunse  l’accesso ai playoff promozione per la Serie C .

Gianluca Solazzo. Omega Annunziata Mesagne jpeg

Classe 1998, Gianluca Solazzo è un palleggiatore cresciuto nel S. Lorenzo, che tra le sue corde ha un palleggio “educato” e “preciso” facendosi apprezzare anche a muro e in difesa.  Dopo aver lasciato Mesagne ha difeso i colori del Laica Lecce Volley  prima di approdare a Grottaglie in Serie B.

MICHELE OLIMPIO

E’ un giovanissimo cresciuto nell’Ugento e che arriva dal Leverano.

Ragazzo dalle molteplici capacità tecniche, la scorsa stagione passata è stato impiegato come 2° opposto avendo davanti a lui un mostro sacro che risponde al nome di Alessandro Orefice.

Leggi anche:  Volley maschile: l’Omega Annunziata Mesagne piazza un altro colpo di mercato

Michele Olimpio. Omega Annunziata Mesagne jpg

Quest’anno nella Omega andrà a ricorpire il ruolo di martello a conferma delle sue straordinarie doti eclettiche.

ANTONIO VINCI

Classe 2001, Antonio Vinci arriva dal Grottaglie. Nativo di Martina Franca,  a dispetto della sua giovanissima età vanta esperienze con il Conad Lecce e la Pallavolo 2000 Ostuni.

Antonio Vinci.OMEGA annunziata Mesagne jpeg

Da lui si attendono tutti grandi cose.

PUBBLICITA'