Per la quinta volta consecutiva Il Forno di Erasmo è stato inserito nella Guida “Pane e Panettieri d’Italia” di Gambero Rosso: tra i migliori 36 Panifici in Puglia e tra i migliori 513 in tutta Italia.

Nella guida “Da forno di famiglia a riferimento per la città di Mesagne: questa la storia di successo di Anna Franca e Simona Lucarelli che hanno saputo trasformare l’attività iniziata nel 1985 dal padre Erasmo e dalla madre Antonietta, in un panificio dall’incredibile impatto olfattivo. Le due sorelle (associate al Richemont Club Italia, l’associazione che riunisce panificatori e pasticcieri di alto livello) puntano su un’offerta di panetteria che affianca ai pani della tradizione altri prodotti più moderni con il pane alla segale, quello con farina multicereali, la versione con le patate ma anche alla curcuma, con l’orzo o con il farro. C’è spazio pure per i panini, filoncini, focacce, calzoni e naturalmente per dolci come fatuli, bocconotti, crostate e lievitati delle feste. Merita una menzione anche la proposta gastronomica”.

Forno di Erasmo317373495 580816404046064 4069200525015292643 n

La guida Pane e Panettieri d’Italia racconta un mondo variopinto, composto sempre più da giovani che vogliono fare questo mestiere, con un’attenzione sempre più orientata alla sostenibilità e alla sensibilità nel sociale.

349084931 1362256671004243 7482645097633778423 n

“Il mondo del pane si fa sempre più multiforme e, per noi, portare a compimento la guida si fa sempre più complesso, nel senso più nobile del termine. Complici le decine di domande che sorgono lungo il percorso. Aziende agricole, bakery aperte tutto il giorno, chef che inaugurano corner con pochi pani, panifici canonici: è giusto inserire nella stessa guida realtà così diverse? O, ancora, sono sempre più diffusi i laboratori senza punto vendita (vuoi per scelta o per necessità): è onesto valutarli come chi il punto vendita ce l’ha, e con esso tutte le spese che ne derivano tra affitto e personale? Per rispondere a queste “semplici” domande ci siamo fatti guidare dai nostri lettori e dalla centralità del prodotto: se il pane è un pane buono è giusto segnalare al lettore il locale dove trovarlo, in fin dei conti una guida deve guidare il consumatore”.

PUBBLICITA'