Mesagne: l’attività del Nucleo di Ispettorato ambientale nel territorio

Nucleo ispettorato ambientale mesagne PHOTO 2023 10 06 13 44 40

Sono trascorsi sei mesi dall’avvio delle attività del Nucleo di Ispettorato ambientale nel territorio di Mesagne e ad oggi sono numerose le attività messe in campo dal Nucleo Ambientale in strettissima sinergia con l’Amministrazione comunale.
Decine sono stati gli accertamenti e constatazioni che hanno poi dato luogo ad altrettante sanzioni. Nel mirino degli ispettori sono finiti gli abbandoni e le discariche.

“Stiamo operando in diversi modi nel territorio”, ha spiegato il regolarmente nominato Comandante del Nucleo di Ispettorato Ambientale, Michelangelo Schiavone, “e lo facciamo attraverso il pattugliamento dell’agro ma anche di aree urbane”.

E’ un lavoro assolutamente certosino quello svolto dagli ispettori e che permette loro nelle loro attività di individuare i responsabili degli abbandoni, gli autori di discariche e talvolta di accatastamenti di rifiuti poi dati alle fiamme.

“E’ veramente tanto l’apprezzamento dei cittadini che spesso si fermano per parlare con gli ispettori ed esprimere il loro appoggio verso la dedizione di tale Nucleo. Questi cittadini, come noi, si chiedono cosa possa spingere alcune persone a continuare a deturpare il nostro territorio. Pratiche che mettono seriamente a rischio la nostra salute e dei nostri bambini. La diossina e le micro plastiche sono attualmente una gravissima minaccia alla salubrità dell’aria e del terreno. Continueremo a tutelare il vostro territorio, ma siamo certi che ancora in misura maggiore avremo una mano da ogni singolo cittadino. Tutti siamo tenuti a difendere il nostro ambiente partendo dalle nostre case e famiglie. Non pensate che dobbiamo ai nostri figli un mondo migliore di quello che gli stiamo lasciando?”

Leggi anche:  L'Omega Mesagne perde lo scontro al vertice contro lo Squinzano Volley

“Agli incivili: se non trovate motivi per essere puliti, corretti e non inquinare il vostro territorio”, conclude Comandante del Nucleo di Ispettorato Ambientale, Michelangelo Schiavone, “bene, fatelo per i vostri bambini”.

PUBBLICITA'