Mesagnestate: gli appuntamenti di venerdì 23 e sabato 24 giugno

Due giorni di appuntamenti tra cimeli delle due Guerre mondiali, rassegna letteraria, festival ed esposizione di sculture iperrealistiche

Castello di Mesagne

Al via i primi appuntamenti dell’estate mesagnese. Inseriti nel cartellone di Mesagnestate, tra oggi e domani ne sono in programma quattro.

Oggi lAssociazione Nazionale Combattenti e Reduci, sezione di Mesagne, la Società italiana di storia militare e il Comune di Mesagne inaugurano alle pre 18,00 in Piazza Orsini del Balzo il Museo Militare, un luogo allestito per raccogliere centinaia di cimeli delle due Guerre mondiali. Il museo nasce dalla volontà degli ultimi reduci, che per anni hanno raccolto e conservato oggetti di guerra che altrimenti sarebbero andati perduti, ed è finanziato con fondi del Ministero dei Beni Culturali. L’impegno di tutti loro trova attuazione grazie all’impegno del presidente Giovanni D’Aloisio e degli attuali soci dell’Associazione. Il risultato è uno spazio espositivo accessibile a visitatori e scolaresche.              

Sempre questa sera, ma alle ore 20.30, per il Festival del Libro Emergente – rassegna letteraria organizzata dall’associazione Scintilla – verrà presentato il volume “Le ragioni del cappero” di Simona Volpe.

L’evento si svolgerà presso il Chiostro di Palazzo dei Celestini.

«L’incipit di questa raccolta poetica, il punto iniziale e programmatico, va individuato ne “Il vagito del papavero>>. Qui l’autrice scrive alla sua anima, dunque a sé stessa e a ogni forma di vita presente nell’Universo: «…Schiuditi anima mia / lascia a terra l’elmo e lo scudo / vesti la luce e perdona / l’ottusità conformata / la sepoltura dell’identità…».  <<Sembra davvero un piccolo manifesto di poetica, una sintesi di ciò che si dispiega nel corso della silloge>>, ha scritto dell’opera il professor Giovanni Petta.

Leggi anche:  Al via la mostra “Caravaggio e il suo tempo – Tra naturalismo e classicismo”: le opere in esposizione a Mesagne sino all’8 dicembre

Domani, sabato 24 giugno, l’associazione Di Vittorio organizza “Alice e le altre off. Il festival delle registe, scrittrici e poete. Pensiero e azione”, reading letterario.

L’iniziativa è organizzata da Collettiva edizioni indipendenti e nasce nel 2014 con l’obiettivo di valorizzare il cinema fatto dalle donne.

Negli anni, ha affiancato al cinema la letteratura e la poesia: un progetto, dunque, pensato per recuperare il senso di appartenenza a una collettività e promuovere i saperi delle donne, grazie a un avvicinamento intimo e appassionato ad artiste da conoscere e non dimenticare. Lo sguardo, la voce, il punto di vista delle donne tornano nell’ottava edizione del 2023 del festival per parlare di registe, scrittrici, poetesse. L’iniziativa si svolgerà nell’Atrio del Castello comunale a partire dalle ore 20.

Ed ancora, domani 24 giugno, al civico 26 di via Antonio alle ore 20,00 riapre a il Museo Fantasy – Arte ed Effetti Speciali dei fratelli Gabriele e Vittorio Magrì, un’esposizione di sculture iperrealistiche ed effetti speciali protagonisti di tantissimi set cinematografici, con decine di opere inedite e interattive.

Per tutto il periodo estivo, resterà visitabile ogni giorno dalle ore 11 alle ore 13 e dalle 18 alle 24 (chiuso mercoledì mattina).

PUBBLICITA'