Mobilità sostenibile, la Giunta stanzia 15,6 milioni di euro del PR Puglia 2021-2027 per nuovi percorsi ciclo-pedonali in ambito comunale

Gli interventi nello specifico dovranno essere rivolti alla creazione di percorsi ciclo-pedonali e di percorsi (o reti) ciclabili in ambito urbano, suburbano e nelle aree urbane contigue, anche attraverso la definizione di appositi percorsi casa-lavoro e casa-scuola per utenti che si muovono in città o in periferia

Assessore Debora Cliento

Ammontano a € 15.620.000,00 i fondi, a valere sul PR Puglia 2021-2027, stanziati ieri -lunedì 8 luglio 2024- dalla Giunta regionale con una manovra di variazione di bilancio per avviare una procedura “a sportello” finalizzata alla selezione di interventi per la realizzazione di reti di percorsi ciclabili e/o ciclopedonali in aree urbane e suburbane.

Il finanziamento verrà suddiviso per ambiti provinciali, in base all’estensione territoriale e alla densità di popolazione, ma destinatari saranno i Comuni, in forma singola o associata, che propongano progetti inclusi all’interno di uno strumento vigente di pianificazione della mobilità urbana regolarmente approvato.

“Stiamo avviando un nuovo programma di finanziamenti destinati ai Comuni per incrementare l’offerta di infrastrutture per la mobilità dolce” ha commentato l’assessore ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile, Debora Ciliento.

“L’obiettivo è diffondere la mobilità pedonale e ciclistica e renderla sicura e allettante, innanzitutto nella vita quotidiana di chi percorre tragitti abituali casa-lavoro e casa-scuola in città. Inoltre puntiamo al potenziamento delle infrastrutture ciclopedonali urbane in collegamento con le ciclovie nazionali e regionali e con stazioni ferroviarie e punti di interesse, al fine di promuovere il turismo dolce, non solo per i visitatori stranieri, più abituati a muoversi in bicicletta, ma anche per i pugliesi, che potranno facilmente spostarsi per una gita fuori porta utilizzando treno+bici con sempre maggiore facilità”.

Nello specifico, gli interventi dovranno essere rivolti alla creazione di percorsi ciclo-pedonali e di percorsi (o reti) ciclabili in ambito urbano, suburbano e nelle aree urbane contigue, anche attraverso la definizione di appositi percorsi casa-lavoro e casa-scuola per utenti che si muovono in città o in periferia. Inoltre si potrà proporre l’estensione e il completamento delle ciclovie di interesse regionale/nazionale ricadenti in ambito urbano, suburbano e aree urbane contigue, nonché dei percorsi ciclabili e/o ciclopedonali di collegamento dalle o verso le stazioni ferroviarie o punti di interesse.

PUBBLICITA'