Nasce il “Tavolo Provinciale per l’Autismo”

Il progetto nasce da una proposta del Coordinamento degli Ambiti Territoriali della Provincia di Brindisi che ha trovato la sua realizzazione oggi grazie alla sottoscrizione dell'accordo di rete

È stato ufficialmente istituito oggi il “Tavolo Provinciale per l’Autismo”, un luogo di confronto e coprogettazione che possa riunire i vari attori provinciali interessati ad assicurare l’accesso alle cure e promuovere il benessere psico-sociale-educativo delle persone interessate all’autismo.

Il progetto nasce da una proposta del Coordinamento degli Ambiti Territoriali della Provincia di Brindisi che ha trovato la sua realizzazione oggi grazie alla sottoscrizione dell’accordo di rete tra il Presidente della Provincia di Brindisi Toni Matarrelli; i Presidenti dei Coordinamenti Istituzionali degli ATS della Provincia; il Dirigente DSM ASL Brindisi; il Dirigente scolastico scuola Polo per l’inclusione provinciale; la Dirigente scolastica Scuola CTS; il Forum del Terzo Settore Puglia; i rappresentanti delle associazioni delle famiglie accreditate presso il CAT Brindisi; la Direzione scientifica IRCCS Medea.

Il Tavolo Provinciale per l’Autismo avrà i seguenti compiti:

  • collaborare con il tavolo regionale attraverso l’invio di proposte ed aggiornamenti sulle attività e le progettualità che riguardano le persone interessate all’autismo;
  • monitorare lo stato di attuazione dei LEA e LEPS a favore dei DSA;
  • attivare verifiche, con cadenza periodica, sullo stato di attuazione dei servizi;
  • offrire indicazioni e pareri per la programmazione delle azioni attuative;
  • assicurare una costante azione di ascolto delle istanze dei portatori di interesse;
  • promuovere la partecipazione alle decisioni e alle valutazioni delle politiche pubbliche in favore della diagnosi precoce e della presa in carico integrata e continuativa delle persone affette da DSA.
Leggi anche:  A Brindisi i lavori congressuali "Topics in Immunoreumatologia"

“E’ necessario attrezzarsi in maniera adeguata per affrontare un tema cruciale per il futuro persone interessate allo spettro autistico – ha affermato il Presidente della Provincia Toni Matarrelli. Oggi nasce un tavolo permanente all’interno del quale le diverse istituzioni coinvolte si mettono insieme per coordinare gli interventi sul territorio provinciale: è importante programmare insieme affinché ci sia una copertura totale di servizi che possano agevolare i ragazzi e le loro famiglie”.

“E’ un momento importante perché mettiamo insieme tutti gli attori coinvolti nella crescita educativa e riabilitativa dei nostri ragazzi – ha aggiunto il Coordinatore della Cabina di Regia ATS Antonio Calabrese. La Provincia da oggi sta lavorando all’interno di una rete per poter monitorare e aiutare le famiglie”.

PUBBLICITA'