Nonni e bambini insieme per un progetto di educazione ambientale

Si è concluso il progetto"Nell’orto dei Nonni" della RSA Sant’Antonio da Padova di Mesagne che ha visto la collaborazione delle scuole dell’infanzia “A. Cavaliere” e “J. Mirò”

Schermata 2024 06 25 alle 18.37.36

Si è conclusa con una manifestazione organizzata della RSA Sant’Antonio da Padova di Mesagne il progetto intergenerazionale “Nell’orto dei Nonni” che ha visto la collaborazione delle scuole dell’infanzia “A. Cavaliere” e “J. Mirò”.

Nonni e bambini insieme per un progetto di educazione ambientale che ha avuto come obiettivo la contaminazione tra generazioni anagraficamente lontane.

“Un’idea nata, come le favole di tanto tempo fa, a dicembre dello scorso anno in occasione del Natale quando i bambini e le bambine della Scuola dell’Infanzia del Secondo Circolo didattico decisero di donare a dei nonni speciali, gli ospiti delle case di riposo di Mesagne, un peluche creando così un filo rosso che non si è mai spezzato”.

Progetto nonni e bambini 2

Sin da subito l’iniziativa è stata accolta con gioia dalla Dirigente del 2° Circolo, la professoressa Ornella Manco, che ne ha sottolineato l’importanza, evidenziando tra l’altro cinque obiettivi, che fanno capo a una ricerca europea e che caratterizzano le attività che coinvolgono cittadini senior e bambini piccoli: incontrarsi per costruire nuove relazioni, migliorare la coesione sociale, custodire e trasmettere il patrimonio storico e culturale, riconoscere il ruolo dei nonni e promuovere i processi di apprendimento dei bambini e degli anziani.

Lo scopo del progetto è stato quello di rafforzare i legami tra diverse generazioni, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita di bambini e anziani e non ultimo di aprire la struttura al paese e soprattutto alle scuole in modo che gli ospiti continuino a sentirsi parte integrante della comunità.

Progetto nell'orto dei nonni 1

Tra aprile e maggio i bambini hanno così partecipato a quattro incontri laboratoriali presso la struttura di via Arno, nei quali i bambini e gli anziani saranno a contatto con la terra, osservando forme, colori, luci, ombre della natura.

“La nostra RSSA ha voluto percorrere la strada di aprirsi alla città e soprattutto alle scuole”, le parole della Dott.ssa Laura Spagnolo, assistente sociale della RSSA Sant’Antonio da Padova.

Si è trattato di un percorso programmatico che ha incluso vari laboratori intergenerazionali, grazie alla collaborazione delle scuole e di alcune associazioni presenti nel territorio di Mesagne. Alla base del progetto l’idea che “anziani e bambini stanno bene insieme e sono ricchezza gli uni per gli altri“.

Gli anziani ospiti della residenza diventano pertanto maestri, trasmettendo i propri ricordi, le proprie esperienze e i propri racconti legati alla coltivazione della terra e alla tradizione culinaria collegata.

Dal canto loro, i bambini vengono educati non solo ad accogliere questo sapere, ma anche ad elaborarlo insieme, partecipando attivamente nella piantumazione di nuove colture”.

Progetto nell'orto dei nonni 4

Nell’ultimo incontro c’è stata la raccolta degli ortaggi e una merenda nella pineta della struttura alla presenza del sindaco di Mesagne Toni Matelli, del direttore generale della Asl di Brindisi Maurizio De Nuccio, la madre generale della congregazione delle suore oblate di Sant’Antonio da Padova suor Anna Fumarola, don Pietro De Punzio e don Paolo Zofra.

 

PUBBLICITA'