Ondata di calore in Puglia: massima allerta per domani, sabato 22 giugno

I consigli per affrontare gli effetti negativi del caldo. L’ondata di calore prevista può comportare rischi per la salute delle persone anche se sane e attive e sulla popolazione più fragile (ad esempio crampi, colpi di calore e disidratazione)

Caldo

Per domani -sabato 22 giugno 2024- il bollettino giornaliero del Ministero della Salute ha segnalato il massimo livello di allerta in Puglia.

L’ondata di calore prevista può comportare rischi per la salute delle persone anche se sane e attive e sulla popolazione più fragile (ad esempio crampi, colpi di calore e disidratazione).

ONDATE DI CALORE, COME PREVENIRE GLI EFFETTI NEGATIVI

Le ondate di calore si verificano quando si registrano temperature molto elevate per più giorni consecutivi, spesso associate a elevati tassi di umidità, forte irraggiamento solare e assenza di ventilazione.

Queste condizioni climatiche possono rappresentare un rischio per la salute delle persone e determinare un aggravamento delle condizioni di salute di coloro che hanno patologie croniche preesistenti.

Nell’ambito del Sistema operativo nazionale di previsione e prevenzione degli effetti del caldo sulla salute, coordinato dal Ministero, sono elaborati dal Dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio i bollettini giornalieri sulle ondate di calore, pubblicati dal lunedì al venerdì, a partire da metà maggio fino a metà settembre.

Livelli di rischio

A seconda delle condizioni meteorologiche e dei pericoli per la salute della popolazione sono stati individuati quattro livelli di rischio, a cui sono associati specifici consigli.

  • Livello 0 – Condizioni meteorologiche che non comportano rischi per la salute
  • Livello 1 – Condizioni meteorologiche che determinano uno stato di pre-allerta
  • Livello 2 – Temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute, in particolare nei sottogruppi di persone vulnerabili
  • Livello 3 – Ondata di calore. Condizioni ad elevato rischio che persistono per 3 o più giorni consecutivi

 CONSIGLI PER AFFRONTARE GLI EFFETTI NEGATIVI DEL CALDO

 Livello 0

  • Consultare quotidianamente il bollettino della tua città
  • Migliorare il microclima dell’ambiente domestico e di lavoro attraverso schermature e isolamento termico. In caso di utilizzo di condizionatori d’aria fai attenzione alla loro manutenzione e al loro corretto uso
  • Segure un’alimentazione leggera, evitando i cibi elaborati e piccanti e consumando molta verdura e frutta fresca
  • Fare attenzione alla corretta conservazione degli alimenti deperibili perché elevate temperature possono favorire la proliferazione di germi patogeni

Livello 1

  • Consultare ogni giorno il bollettino della tua città ed informati sui servizi di assistenza messi a disposizione sul territorio
  • Programmare i viaggi informandoti sulle previsioni nel luogo di destinazione
  • Pianificare le scorte di acqua, cibo e medicinali.
  • Scegliere la stanza più fresca dove trascorrere le ore più calde della giornata
  • Prendersi cura di parenti o vicini di casa anziani che vivono soli e segnala ai servizi socio-sanitari eventuali situazioni che necessitano di un intervento.

Livello 2

  • Consultare ogni giorno il Bollettino della tua città ed informati sui servizi di assistenza messi a disposizione sul territorio
  • Evitare di esporti al caldo e al sole diretto nelle ore più calde della giornata (tra le 11 e le 18)
  • Offrire assistenza a persone a maggiore rischio (ad esempio anziani che vivono da soli) e segnala eventuali situazioni che necessitano di un intervento
  • Uscire nelle ore più fresche e recati in luoghi pubblici come parchi e giardini
  • Scegliere la stanza più fresca dove trascorrere le ore più calde della giornata, bagnandoti spesso con acqua fresca
  • Assicurare un adeguato ricambio di aria; la ventilazione naturale determina un miglior ricambio dell’aria rispetto alla ventilazione meccanica. In caso di utilizzo di condizionatori d’aria fai attenzione alla loro manutenzione e al loro corretto uso
  • Indossare abbigliamento leggero, in fibre naturali (cotone, lino, ecc) di colore chiaro e usa un cappello e gli occhiali da sole durante l’esposizione al sole. Proteggere la pelle dalle scottature con creme solari ad alto fattore protettivo
  • Bere acqua in abbondanza, evita alcolici e bevande ghiacciate
  • Seguire un’alimentazione leggera, evitando cibi elaborati e piccanti; consuma molta verdura e frutta fresca. Fare attenzione alla corretta conservazione degli alimenti deperibili
  • Se si assumono farmaci, non sospendere autonomamente le terapie in corso e tienili lontano da fonti di calore e da irradiazione solare diretta
  • Se l’auto non è climatizzata evitare di mettersi in viaggio nelle ore più calde della giornata e non lasciare persone non autosufficienti, bambini e anziani nelle auto parcheggiate al sole
  • In presenza di sintomi dei disturbi legati al caldo contattare un medico

Livello 3 (Ondata di calore)

  • Consultare ogni giorno il Bollettino della tua città ed informati sui servizi di assistenza messi a disposizione sul territorio
  • Evitare di esporti al caldo e al sole diretto nelle ore più calde della giornata (tra le 11 e le 18)
  • Uscire nelle ore più fresche e recati in luoghi pubblici come parchi e giardini. Evita l’attività fisica intensa all’aria aperta durante gli orari più caldi della giornata
  • Scegliere la stanza più fresca dove trascorrere le ore più calde, bagnandoti spesso con acqua fresca
  • Assicurare un adeguato ricambio di aria e se puoi trascorri alcune ore in un luogo climatizzato (fai attenzione alla manutenzione dei condizionatori e al loro corretto uso)
  • Indossare abbigliamento leggero, in fibre naturali (cotone, lino, ecc) di colore chiaro e usa un cappello e gli occhiali da sole durante l’esposizione al sole. Proteggere la pelle dalle scottature con creme solari ad alto fattore protettivo
  • Bere acqua in abbondanza, evita alcolici e bevande ghiacciate
  • Seguire un’alimentazione leggera, evitando cibi elaborati e piccanti; consuma molta verdura e frutta fresca. Fai attenzione alla corretta conservazione degli alimenti deperibili
  • Se si assumono farmaci, non sospendere autonomamente le terapie in corso e tienili lontano da fonti di calore e da irradiazione solare diretta
  • Se l’auto non è climatizzata evitare di mettersi in viaggio nelle ore più calde della giornata e non lasciare persone non autosufficienti, bambini e anziani nelle auto parcheggiate al sole
  • Offrire assistenza a persone a maggiore rischio e segnala eventuali situazioni che necessitano di un intervento.
  • In presenza di sintomi dei disturbi legati al caldo contattare un medico

 

 

 

 

 

PUBBLICITA'