Parcheggi e accessibilità all’Ospedale Perrino: avviato un tavolo di confronto per trovare valide soluzioni

L’iniziativa, promossa dalla Associazione “L’Isola che non c’è”. Lunedì prossimo tutte queste ipotesi saranno definite nel corso di un altro incontro che vedrà la presenza anche di un dirigente dell’Anas

Associazione L'Isola che non c'è 416695349 774357938066662 1993512968731502762 n
E’ stata avviata questa mattina -lunedì 8 gennaio 2024- un tavolo di concertazione per cercare di trovare una soluzione al problema parcheggi (particolarmente quello all’esterno, ma anche a quello all’interno destinato esclusivamente al personale) e di accessibilità all’ospedale Perrino di Brindisi.
Protagonisti Comune di Brindisi, Asl Br, Stp e Vigili del Fuoco, che hanno voluto così dare seguito all’iniziativa promossa dalla Associazione “L’Isola che non c’è“. L’incontro ha visto la partecipazione del Comandante provinciale dei Vigli del Fuoco, Giulio Capuano, il direttore Generale della Asl Br, Maurizio De Nuccio, il vice sindaco di Brindisi, Massimiliano Oggiano, il direttore Generale della Stp, Maurizio Falcone, oltre al dirigente dell’ufficio Tecnico del Comune di Brindisi, Fabio Lacinio e al geometra della Asl, Antonio D’Elia.
Associazione L'Isola che non c'è 2
Durante l’incontro è emersa la volontà di procedere all’immediata sottoscrizione della convenzione tra Asl Br e Comune di Brindisi “per il controllo e la regolamentazione del traffico”, da parte dei vigili Urbani, con conseguente contestazione delle infrazioni alla sosta all’interno dell’ospedale, nonchè di procedere, con la cessione al Comune del parcheggio esterno (attualmente di proprietà della Asl) e alla verifica, insieme all’Anas, della possibilità di utilizzare la fascia di rispetto adiacente la Strada Statale 7 per ulteriori parcheggi da ricavare in quelli spazi.
Una volta definiti questi passaggi tecnico-burocratici (il trasferimento della proprietà del parcheggio esterno al Comune), la Asl potrebbe destinare a parcheggio l’attuale area cosiddetta “arte del ferro”, confinante con il lato ovest, in direzione Taranto.
In questa eventualità la Asl sarebbe disposta a liberare parte degli spazi, a ridosso dell’edificio (dinnanzi all’entrata della direzione), occupati dalle auto, incrementando così le aiuole che delimitano gli stalli del parcheggio gratuito destinato al solo personale sanitario (che secondo l’Associazione, ma non solo, è giusto renderlo fruibile anche agli utenti, così come avviene in altre realtà regionali).
Associazione L'Isola che non c'è 3
Un tema, quello del pagamento dei parcheggi, sul quale Asl e Comune, per il momento, non si sono ufficialmente voluti esprimere, almeno fino alla definitiva realizzazione del progetto. A riguardo però sia il direttore della Asl De Nuccio che lo stesso vice sindaco Oggiano (supportato dal tecnico del Comune) hanno lasciato  intendere che eventuali ricavi rivenienti da tale futuro servizio potrebbero essere utilizzati a beneficio degli utenti, che attualmente – soprattutto per chi utilizza il parcheggio esterno – sono costretti a subire disagi dovuti alla distanza esistente con i vari padiglioni. Distanza che in futuro potrebbe essere accorciata grazie ad un servizio navetta curato dalla Stp.
418101714 774357921399997 6228332576153854163 n
Lunedì prossimo tutte queste ipotesi saranno definite nel corso di un nuovo incontro, sollecitato anch’esso dalla Associazione, al quale parteciperà – su invito della stessa Associazione – anche un dirigente dell’Anas che dovrà dare risposte alle domande di pertinenza della Azienda delle strade Statali, sollevate nel corso dell’incontro di oggi.
Leggi anche:  "Un accordo di programma per Brindisi scongiurando i rischi della de-carbonizzazione"
PUBBLICITA'