Partita la campagna regionale di prevenzione oncologica Uila Puglia e Ant

Sono state effettuate visite specialistiche per la prevenzione dei tumori della tiroide, dei tumori ginecologici (utero e ovaie), dei tumori della mammella e del testicolo.

Al via dallo stabilimento di Conserve Italia a Mesagne il tour “preVIENI”, la campagna di prevenzione gratuita delle malattie oncologiche in favore dei lavoratori del comparto agroalimentare organizzata dalla segreteria regionale della Uila Uil con la collaborazione dell’ANT ed il patrocinio di 6 amministrazioni comunali.

Ieri mattina il personale sanitario dell’Associazione Nazionale Tumori ha visitato 16 persone nell’ambulatorio mobile fermo davanti all’ingresso della fabbrica di trasformazione del pomodoro. Sono state effettuate visite specialistiche per la prevenzione dei tumori della tiroide, dei tumori ginecologici (utero e ovaie), dei tumori della mammella e del testicolo. Patologie oncologiche scelte per l’incidenza che oggi hanno nella nostra regione: sono centomila i pugliesi che convivono con un tumore, ogni anno si registrano 21mila in più. Nelle donne il 29% dei casi riguarda tumori della mammella, il 7% del corpo uterino e il 3% dell’ovaio. Tra quelli che hanno un tasso d’incidenza più alto nella nostra regione, rispetto al resto d’Italia, c’è il tumore al polmone ed ai bronchi e quello della tiroide, in alcune zone ben precise.  Nei prossimi giorni l’ambulatorio mobile si sposterà a Lecce, Taranto e nella provincia della Bat, toccando 10 comuni della nostra Regione.

La risposta che stiamo avendo dai lavoratori è un chiaro segnale dell’importanza di questa campagna di prevenzione – ha spiegato Pietro Buongiorno, Segretario Generale Uila Puglia – in tanti si stanno prenotando attraverso il nostro numero verde. La nostra organizzazione sindacale considera preVIENI un punto di partenza e non di arrivo. In queste prime 10 tappe del tour verificheremo eventuali fabbisogni che arrivando dalla platea dei lavoratori che stanno usufruendo delle visite”.

La persona al centro delle attenzioni della Uil e delle sue iniziative di tutela – ha dichiarato Luigi Vizzino, segretario territoriale Uila- il diritto alla salute, il suo esercizio in un contesto pubblico che registra notevoli ritardi nelle attività diagnostiche preventive, ha fatto decidere alla Uila di Puglia di destinare risorse dell’organizzazione al progetto di prevenzione oncologica. La Uila di Brindisi – prosegue Vizzino – ha condiviso pienamente il progetto pianificando, in provincia di Brindisi, due iniziative: una oggi a Mesagne e l’altra domani in Piazza a San Michele Salentino. Scopo della conferenza stampa è quello di far veicolare, in modo efficace, il messaggio della prevenzione perché solo affermando la cultura della prevenzione è possibile contrastare “il male”, migliorando la qualità della vita.

Leggi anche:  Mercato del mercoledì, da piazza Caduti di via D’Amelio a piazza Gioberti

Una iniziativa che la Uila Regionale ha pianificato, in collaborazione con l’Ant, per promuovere sani stili di vita, condizioni di lavoro salubri ed in sicurezza e per contribuire a costruire una matura cultura della prevenzione oncologica.

La collaborazione tra Ant e Uila Puglia – ha sostenuto Michele Faedda, responsabile regionale ANT – nasce quattro anni fa dall’amore per la gente, dal desiderio di solidarietà e dalla necessità di aiutare qualcuno nel concreto. Il sistema sanitario pubblico non riesce a garantire la prevenzione necessaria e in questi casi entrano in gioco i privati, come Fondazione Ant e Uila Puglia, che possono dare risposta alla sofferenza. In questa prima fase del progetto circa 200 lavoratrici e lavoratori – continua Faedda – saranno sottoposti gratuitamente ad esame strumentale a cura del personale specializzato dell’Ant, per conoscere la propria condizione rispetto alle patologie oncologiche. Fare prevenzione è fondamentale perché è sinonimo di volersi bene”.

Da anni Conserve Italia è impegnata nel sostenere attività di prevenzione e informazione a tutela della salute delle persone. Abbiamo quindi acconsentito volentieri alla proposta di ospitare l’iniziativa preVIENI all’interno del sito mesagnese, a beneficio delle nostre collaboratrici e dei nostri collaboratori” ha dichiarato Roberto Savioli, direttore dello stabilimento di Conserve Italia a Mesagne dedicato alla lavorazione del pomodoro con i marchi Cirio, Valfrutta e Jolly Colombani. “La sostenibilità sociale della nostra Azienda – ha aggiunto Savioli – si evidenzia anche attraverso azioni concrete a favore del benessere delle persone che ci lavorano e delle comunità di riferimento. È un percorso virtuoso intrapreso da tempo insieme a tutti i soggetti coinvolti nella filiera produttiva, un percorso che oggi compie un altro passo con questa importante iniziativa”.

Alla conferenza stampa di avvio erano presenti i sindaci di Mesagne e San Michele Salentino, Toni Matarrelli e Giovanni Allegrini, che hanno marcato l’importanza della prevenzione come prima forma di lotta ai tumori. “L’attenzione della Uila nei confronti di questa tematica – hanno detto all’unisono – è sinonimo di attenzione nei confronti di una intera popolazione. I sindaci accolgono queste azioni virtuose e condividono la sensibilità e l’attenzione verso il territorio”.

PUBBLICITA'