Polizia di Stato: due arresti con documenti falsi

La Polizia di Frontiera di Brindisi ha sorpreso due cittadini somali, di anni 35 e di anni 18, mentre si imbarcavano su un volo diretto a Dublino

pol. frontiera

Come ogni anno ci sono alcuni stranieri che, approfittando del notevole flusso di passeggeri in partenza dall’Aeroporto “Del Salento” di Brindisi e sperando di confondersi tra i viaggiatori, tentano di raggiungere i paesi del Nord Europa utilizzando documenti di identificazione falsi.

Un fenomeno che, però, la Polizia di Frontiera tende a interrompere nell’immediatezza, mantenendo sempre alto il livello di attenzione in occasione degli espatri.

E proprio nelle scorse ore gli operatori della Polizia di Frontiera di Brindisi hanno sorpreso due cittadini somali, di anni 35 e di anni 18, mentre si imbarcavano su un volo diretto a Dublino.

I due uomini, per superare i controlli di Frontiera, esibivano carte d’identità rilasciate dalle Autorità belghe, intestate a sedicenti cittadini di quello Stato.

Gli agenti, esperti in falso documentale, non si sono lasciati ingannare dall’ottima qualità dei documenti esibiti, accertandone la completa falsificazione.

I due stranieri vistisi scoperti e dichiarate le loro vere generalità, sono stati arrestati per il reato di cui all’art. 497 bis c.p., per aver detenuto e utilizzato documenti di identificazione falsi validi per l’espatrio, ed associati alla locale Casa Circondariale a disposizione della Procura della Repubblica di Brindisi.

 

PUBBLICITA'