Polizia di Stato: spacciatrice ostunese arrestata per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

I mirati servizi disposti dal Questore di Brindisi hanno riguardato l’intera provincia brindisina

volanti

La Polizia di Stato, nell’ambito di specifici servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, ha tratto in arresto, nella Città Bianca, T.G., 52enne ostunese, trovata in possesso di circa 263 grammi di stupefacente del tipo eroina.

I mirati servizi disposti dal Questore di Brindisi e svolti da personale della Squadra Mobile della Questura di Brindisi e del Commissariato di P.S. di Mesagne, hanno riguardato l’intera provincia brindisina. La donna, controllata a bordo della propria autovettura mentre transitava sulla pubblica via con l’ausilio di una Volante del Commissariato di P.S. di Ostuni, risultava avere la patente di guida sospesa.

Poiché durante le fasi del controllo la stessa mostrava un atteggiamento ambiguo connotato da un evidente nervosismo e considerato che dai primi accertamenti emergevano a suo carico precedenti in materia di stupefacenti si procedeva a perquisizione personale e veicolare con esito positivo, in quanto veniva rinvenuto all’interno dell’autovettura un involucro contenente la sostanza stupefacente sopra citata. Si procedeva pertanto a perquisizione domiciliare in casa della donna all’esito della quale venivano altresì rinvenuti un bilancino di precisione ed altra sostanza stupefacente di modica quantità oltre a denaro contante.

Lo stupefacente detenuto illegalmente dalla donna avrebbe sicuramente alimentato le piazze di spaccio di Ostuni specialmente con l’approssimarsi del periodo estivo e con l’accrescersi del consumo di stupefacente connesso al rilevante afflusso di turisti in zona.

Leggi anche:  Sequstrati in provincia di Brindisi panettoni e pandoro per tentata frode in commercio, olio Evo e alcool contraffatti

All’esito delle formalità di rito la donna veniva tratta in arresto e condotta presso la Casa Circondariale di Lecce a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

PUBBLICITA'