Presentato il 26° Festival Internazionale Bande Musicali “Valle d’Itria”

Dal 18 al 21 luglio, l'evento trasformerà Cisternino in capitale delle bande con un concept musicale e scenografico tutto pugliese voluto dal direttore artistico M° Donato Semeraro

Festival delle bande
  • È stato presentato ieri sera (mercoledì 10 luglio 2024) nella cornice della Villa Comunale di Cisternino il programma del 26° Festival Internazionale delle Bande Musicali “Valle d’Itria”. Sotto una volta di luminarie gli organizzatori hanno raccontato la quattro giorni di musica che, dopo i successi delle scorse edizioni, dal 18 al 21 luglio trasformerà Cisternino in capitale delle bande con un concept musicale e scenografico tutto pugliese voluto dal direttore artistico M° Donato Semeraro. Nell’ottica di promuovere le tradizioni, i paesaggi ed i sapori della Valle d’Itria, da sempre una delle missioni del Festival, il Borgo più bello d’Italia si vestirà a festa con decine di luminarie, mentre nella splendida piazza Garibaldi dominerà l’iconica cassa armonica.

Con grande entusiasmo l’Associazione Musicale “Città di Cisternino” insieme al Comune di Cisternino torna ad organizzare il festival Internazionale delle Bande. La città si trasformerà in un tempio della musica diffuso targato made in Puglia. A rendere tangibile questo marchio pugliese, più che slogan un vero sentimento, sarà la presenza delle luminarie e della cassa armonica. Due elementi indice di pugliesità che hanno reso nota la nostra regione in tutto il mondo. A dare un tocco internazionale, concedendo lustro al nostro evento, il noto musicista gioiese Mario Rosini che sarà con noi domenica 21 luglio.

Nei giorni precedenti, invece, orchestre, bande e majorettes da tutta Europa ed Italia arricchiranno il nostro programma. Saranno quattro giorni di grande musica e divertimento per tutti” ha dichiarato il presidente dell’Associazione Musicale “Città di Cisternino” Claudio Siliberti.

Presente alla conferenza anche il sindaco di Cisternino Lorenzo Perrini che nel suo intervento ha ricordato l’importante anniversario della banda locale e l’impegno nella città: “Questa edizione ci offre l’opportunità di celebrare i 30 anni della nostra Orchestra di Fiati cittadina, una delle più longeve e solide realtà associative del territorio. Era infatti il 1994 quando, su iniziativa di un gruppo di genitori guidati da Vitino Zizzi, nasceva l’Associazione Musicale “Città di Cisternino”, ente organizzatore del Festival. Ringrazio l’associazione per gli sforzi profusi nel portare avanti questo evento e per l’annuale attività svolta per la crescita dei nostri figli.

Il Festival delle Bande ha portato negli anni in Valle d’Itria migliaia di artisti e musicisti provenienti da ogni parte del mondo, offrendo opportunità ai nostri ragazzi, scambiando idee, sviluppando una mentalità sempre più cosmopolita”.

Grande entusiasmo è stato espresso anche dal vicesindaco ed assessore al turismo Roberto Pinto, per il quale “questo Festival presenta tutte le caratteristiche per poter divenire nel prossimo futuro un “evento destinazione” per Cisternino, per rappresentare la motivazione principale di viaggio di molti turisti italiani e stranieri che guardano con attenzione alla tradizione bandistica e alla magica atmosfera che la sua espressione genera nelle piazze e tra le vie di Cisternino. Non è difatti casuale che l’amministrazione abbia deciso di utilizzare parte dei proventi dell’imposta di soggiorno, in vigore solo dal primo marzo di quest’anno, per contribuire alla realizzazione del Festival”. Un Festival che entra a pieno titolo anche nel programma dell’estate cistranese come ha ricordato l’assessora alla cultura Annalisa Canzio: “Il Festival delle Bande rappresenta per il nostro paese un evento ormai identificativo e celebrativo delle nostre tradizioni con una veste innovativa ed originale. Per il calendario dell’estate 2024 abbiamo voluto investire molto nei festival storici, con la convinzione che rappresentino un grande valore aggiunto per il nostro paese”.

Alle porte, dunque, una quattro giorni di grande musica “pugliesamente internazionale”. Primo appuntamento giovedì 18 luglio alle 21,00 per inaugurare la cassa armonica con il concerto di apertura dell’Orchestra di Fiati “Vitino Zizzi” pronta a festeggiare i 30 anni dalla fondazione.

PROGRAMMA 26° FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLE BANDE MUSICALI “VALLE D’ITRIA”

  • Bande e Majorettes partecipanti: Jeppo Ungdomsorkester (Finlandia), Street band De Flierefluiters (Olanda), Queens Dancing Majorettes (Romania), Mažoretna in Twirling Skupina (Slovenia), Corpo Bandistico “Glenn Miller” (Bedonia), Corpo Bandistico Sociale di Vobarno, Junior Band AMC ed Orchestra di Fiati “Vitino Zizzi” di Cisternino.
  • Giovedì 18 luglio

Ore 21,00, Cassa Armonica in piazza Garibaldi – PROLOGUE. Concerto dell’Orchestra di Fiati “Vitino Zizzi” aperto dalla Junior Band AMC in occasione del 30° anniversario dalla fondazione dell’Orchestra.

  • Venerdì 19 luglio

Ore 21,00, Centro Storico di Cisternino – Grande parata di apertura.

A seguire in piazza Garibaldi “Pizzica che banda”, concerto di musica bandistica e pizzica.

  • Sabato 20 luglio

Ore 21,00, Cassa Armonica in piazza Garibaldi – Main Event. Concerto di gala del Festival

  • Domenica 21 luglio

Ore 21,00, Centro storico di Cisternino – Closing Ceremony. Street parade delle bande del Festival. A seguire, Cassa Armonica in piazza Garibaldi – Mario Rosini in concerto con l’ensemble internazionale del Festival.

 

PUBBLICITA'