Presentato in Provincia il Piano Strategico 2024/2026 di Aeroporti di Puglia

Illustrato il piano di investimenti di oltre 50 milioni di Euro, parte dei quali già spesi, e le opere per l’imminente G7 in programma a Borgo Egnazia nel prossimo mese di giugno.

417481730 694743362775597 1476403138494138635 n

È stato presentato ufficialmente questa sera, mercoledì 24 gennaio, il Piano Strategico di Aeroporti di Puglia 2024/2026 alla presenza del presidente della Provincia di Brindisi Toni Matarrelli e di 17 sindaci del territorio provinciale. L’iniziativa, promossa da Federalberghi Brindisi su impulso del presidente Pierangelo Argentieri, si è svolta nel salone di rappresentanza del palazzo di via De Leo.

Il Presidente di Aeroporti di Puglia Antonio Vasile e il Direttore di Aeroporti di Puglia Marco Catamerò hanno illustrato il piano di investimenti di oltre 50 milioni di Euro, parte dei quali già spesi, e le opere per l’imminente G7 in programma a Borgo Egnazia nel prossimo mese di giugno. Nella sostanza si tratta di innovazioni che riguardano non solo l’aerostazione, ma tutti i sistemi e sottosistemi infrastrutturali che ne sono parte imprescindibile di qualificazione.

“L’occasione è particolarmente significativa”, ha dichiarato il presidente Matarrelli, “considerata la posizione strategica del nostro territorio e tenuto conto di quanto l’implementazione del sistema aeroportuale possa contribuire allo sviluppo della Puglia, e quindi della Provincia di Brindisi, e del nostro modello di attrattività”.

“Si concretizzano ancora di più le sinergie tra istituzioni e associazioni nell’ottica di una precisa strategia di gestione dei servizi e della valorizzazione della destinazione anche in vista del G7 di giugno. Un particolare ringraziamento va al presidente di Aeroporti di Puglia Antonio Vasile, al presidente della Provincia di Brindisi Antonio Matarreli, al Direttore di Aeroporti di Puglia Marco Catamerò e a tutti i Sindaci intervenuti”,ha invece spiegato  Pierangelo Argentieri.

Leggi anche:  Dal mese di giugno 2024 un nuovo volo diretto da Brindisi a Praga

Immagine WhatsApp 2024 01 24 ore 19.05.09 d0e1f984

Per Antonio Vasile non c’è da soffermarsi solo sul G7, “ma bisogna essere sempre pronti perchè i grandi eventi ci sono laddove ci sono infrastrutture di qualità. C’è bisogno allora di aeroporti funzionali, oltre che belli, e questo cerchiamo di fare ogni giorno. Il G7 non ci spaventa, ci troverà sicuramente pronti”.

“Inoltre”, ha poi proseguito, “c’è pure un pacchetto da 50 milioni di euro, parte dei quali sono stati già investiti. Posso annunciare che il prossimo 14 febbraio (alla presenza del vice ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Galeazzo Bignami, ndc) inaugureremo la prima parte di opere terminate o che stanno per essere concluse. Sono piste e infrastrutture di volo che condivideremo con tutti coloro che vorranno vedere da vicino il proprio aeroporto”.

“Questo investimento di 50 milioni di euro”, ha sottolineato Marco Catamerò, “rientra negli investimenti del Contratto di Programma, un investimento che ha la durata di quattro anni. Una parte è già stata portata a termine, un’altra parte vedrà la luce più avanti”.

Nello specifico, sono previsti nei prossimi tre anni non solo nuovi parcheggi  per aeromobili (da 17mila metri quadri) e l’incremento dei parcheggi per le auto, ma  anche un nuovo impianto di depurazione, l’ampliamento dell’area extra Schengen, con una tensostruttura che renderà operativi i gates per il passaporto digitale, l’ampliamento dell’area controllo e smistamento dei bagagli ed una nuova cabina di alimentazione degli apparati elettrici del terminal.

 

PUBBLICITA'