“La Fenailp (Federazione Nazionale Autonoma Imprenditori e Liberi Professionisti) di Ostuni esprime forti preoccupazioni per le problematiche inerenti alla Zona a Traffico Limitato (ZTL) del centro storico di Ostuni e Piazza della Libertà. Il PSI (Partito Socialista Italiano), forza politica di maggioranza, ha fatto appello all’amministrazione comunale guidata dal sindaco Angelo Pomes affinché intervenga e annulli, in autotutela, i verbali deficitari relativi alla ZTL. Dal 16 agosto 2023, data di attivazione dei varchi nella zona di Piazza della Libertà, sono state emesse oltre 2500 multe tramite un sistema automatico ancora non completamente a regime”.

Secondo il gruppo di maggioranza del PSI, la gestione della ZTL ha creato confusione e disagio tra i cittadini e le imprese. I verbali sono stati notificati in modo massiccio e rapido, senza che gli interessati avessero consapevolezza delle violazioni commesse. Numerosi ricorsi al giudice di pace di Brindisi hanno portato a sentenze che applicano il principio della buona fede, rilevando che gli utenti della strada non erano in grado di rendersi conto delle infrazioni.

“La Fenailp”, si legge nella nota stampa, “già intervenuta sulla questione in tempi non sospetti sollevando tutte le criticità, ha fatto notare che una parte significativa della stessa maggioranza è intervenuta in tal senso, sollevando anche dubbi sulla volontà della stessa amministrazione di procedere in autotutela. Abbiamo richiesto un ulteriore incontro urgente con il sindaco Angelo Pomes per discutere delle restrizioni imposte dalla ZTL che stanno impattando negativamente sulle attività commerciali del centro storico, ma la richiesta è ancora rimasta inevasa, facendo dubitare della volontà di confrontarsi per trovare le giuste soluzioni. Gli operatori economici lamentano difficoltà nel garantire il regolare carico e scarico delle merci anche durante le festività, causando rallentamenti nella catena di approvvigionamento e disagi sia per gli imprenditori che per i clienti”.

Alla luce di tutto questo, la stessa Federazione propone “un dialogo costruttivo per trovare soluzioni che concilino la conservazione del patrimonio storico-artistico di Ostuni con le esigenze logistiche e commerciali delle attività presenti nel centro storico. Tra le richieste, la possibilità di un accesso più agevole per il carico e scarico merci in particolare nei giorni festivi per tutte le forniture del settore alimentare, nel rispetto delle normative urbanistiche e della tutela del centro storico”.

E nel contempo viene auspicato “che l’amministrazione comunale intervenga prontamente per risolvere la situazione, soprattutto in vista dell’imminente stagione estiva che potrebbe portare ulteriori complicazioni. La revoca dei verbali dubbi, la possibilità di rimborsare le eventuali ingiuste sanzioni già pagate, e un miglior coordinamento nella gestione della ZTL sono ritenuti necessari per garantire una maggiore serenità e operatività ai cittadini e alle imprese di Ostuni”.

PUBBLICITA'