Quando la sigla F152 (Mesagne) non ci sarà più nel codice fiscale

In entrambi i punti nascita della provincia – il “Perrino” di Brindisi e il “Camberlingo” di Francavilla – ci sono partorienti in travaglio, ma ancora non sappiamo se saranno rosa o azzurri i primi vagiti del 2023.

Ospedale Perrino

Mentre scriviamo (sono le prime ore del mattino di Capodanno) la provincia di Brindisi non sa ancora se ci sarà il primo nato dell’anno. In entrambi i punti nascita della provincia – il “Perrino” di Brindisi e il “Camberlingo” di Francavilla – ci sono partorienti in travaglio, ma ancora non sappiamo se saranno rosa o azzurri i primi vagiti del 2023. Purtuttavia i nuovi nati, nel loro codice fiscale dopo le tre lettere del cognome e quelle del nome, avranno il tratto alfanumerico che indica l’anno, il mese ed il giorno: 23 A 01 se maschietto, 23 A 41 se femminuccia, quindi l’indicazione del codice amministrativo catastale quale “codice unico identificativo assegnato ad ogni comune italiano presente nel territorio italiano”, codice “utilizzato per il pagamento di tributi e imposte”.

Insomma, B 180 se Brindisi o D761, se Francavilla, e non più F152, come a dire che, poco a poco, anno dopo anno, Mesagne scomparirà dai codici fiscali e non sarà colpa solo del calo demografico, ma della circostanza non meno grave che Mesagne non è più luogo di nascita, perché non c’è più l’ospedale. Ma proprio quest’ultimo elemento dice qualcosa che fa sperare, non nella riapertura dell’ospedale (volesse il cielo!), ma nell’invito alle puerpere a partorire in casa. Idea balzana? Può essere, ma il nuovo corso delle idee al femminile dice anche questo e siccome i ginecologici da sempre dicono che la gravidanza non è una malattia, ma uno status, vuol dire che faremo come le nostre bisnonne e così si recupererà, oltre alla cultura propria della donna, il nome di Mesagne, benché condensato nella sigla F 152 e forse anche un senso di famiglia allargata quale erano quelle patriarcali che – ne siamo convinti – hanno anch’esse un futuro, almeno nei nostri centri. Alle ore 11.23, intanto, ecco primo nato del Brindisino. È nato nell’ospedale “Perrino” di Brindisi. Pesa 3,8 kg si chiama Emanuele Lanzillotti. I suoi genitori sono originari di S. Vito dei Normanni. Lui però, nel codice fiscale sarà un… B 180. Benvenuto Emanuele! (sea)

Leggi anche:  “Le Città Messapiche del Salento”: le province di Brindisi, Lecce e Taranto presenti alla prossima Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum
PUBBLICITA'