San Vito dei Normanni: progetto “Mini Vigili”. Visita presso la sede della Compagnia Carabinieri

Protagonisti 16 ragazzi di San Michele Salentino di età compresa tra i 10 e i 13 anni che hanno avuto modo di visitare la sede della Compagnia Carabinieri di San Vito dei Normanni

foto minivigili.

Nei giorni scorsi, nell’ambito del progetto “Mini Vigili”, 16 “mini vigili” in servizio presso il Comando di Polizia Locale del Comune di San Michele Salentino, di età compresa tra 10 e 13 anni, hanno visitato la sede della Compagnia Carabinieri di San Vito dei Normanni.

foto minivigili...

I ragazzi, insieme al Sindaco Giovanni Allegrini, sono arrivati presso la Compagnia dei Carabinieri accompagnati dal Comandante della Polizia locale di San Michele Salentino, Avv. Anna Lucia Matarrelli, insieme ad altre due unità in servizio.

Il percorso formativo di Mini Vigili ha un duplice obiettivo: da un lato, promuovere l’educazione alla legalità tra i giovani, e dall’altro, fornire al Comune di San Michele Salentino uno strumento di promozione turistica.

I ragazzi che partecipano al corso possono così imparare a sviluppare un comportamento responsabile come utenti della strada, riflettere sulle proprie azioni in relazione agli altri e sperimentare un nuovo ruolo che li vedrà come guide e punti di riferimento per i visitatori.

Durante la visita presso la Compagnia Carabinieri di San Vito dei Normanni, i mini vigili si sono dimostrati ben presto incuriositi, avendo tra l’altro modo di vedere e conoscere le dotazioni di mezzi e strumenti dell’Arma dei Carabinieri in materia di controllo e sicurezza sulla strada, come ad esempio il funzionamento degli etilometri, le modalità di controllo in materia di codice della strada.

Leggi anche:  Angelo Calculli presenta a San Michele Salentino il suo libro “Da 100 A 10. Un viaggio nella musica in Rolls-Royce"

foto minivigili....

Hanno pertanto avuto il modo di interagire in  maniera attiva con i Carabinieri facendo loro domande e seguendo con particolare attenzione le spiegazioni che gli sono state date, ponendo anche alcune domande, in particolare sulla sicurezza delle comunicazioni e sulle attività svolte dall’Arma, che si pone costantemente vicino alle persone, e ancor più ai giovani studenti che così, sin da subito, riconoscono nei carabinieri uomini e donne sempre dalla parte della comunità.

Una giornata diversa dalle tante, trascorsa insieme, che ha rappresentato un’occasione di confronto e condivisione

L’iniziativa, ricompresa nel più ampio progetto denominato “Cultura della Legalità” che mira ad avvicinare le nuove generazioni alle Istituzioni dello Stato.

Grazie alla partecipazione attiva dei ragazzi, si è fatto ricorso a utili esempi, alimentando il confronto sul concetto di legalità attraverso il richiamo ad una serie di temi attualissimi.

PUBBLICITA'