Scoperta evasione fiscale su “B&B” nel brindisino.

La Guardia di Finanza ha accertato, tra Ostuni, Fasano, San Vito dei Normanni e Oria, un’evasione di circa 75mila euro

Guardia Finanza Brindisi 27102022 114004 4.foto Caserma Br

Le Fiamme Gialle brindisine hanno eseguito nelle scorse ore una serie di controlli nei confronti di soggetti operanti nel settore alberghiero e della ricezione turistica extra alberghiera.

In tale contesto, i Finanzieri delle Compagnie di Ostuni, Fasano e Francavilla Fontana hanno effettuato una serie di interventi ispettivi nei confronti, tra l’altro, di persone fisiche e società proprietarie di unità immobiliari nonché di titolari di “B&B” allo scopo di verificare la regolare dichiarazione al Fisco dei redditi derivanti dalla locazione.

I soggetti interessati dalle attività di controllo sono stati individuati sulla base di analisi di rischio nonché attraverso l’esame dei dati acquisiti tramite la consultazione delle diverse banche dati in uso al Corpo.

Dagli accertamenti fiscali effettuati dalle Fiamme Gialle è emerso che, in molti casi, i contribuenti controllati hanno omesso di dichiarare i redditi connessi alla locazione turistica di strutture e di immobili ubicati nei Comuni di Ostuni, Fasano, Francavilla Fontana, San Vito dei Normanni e Oria (trattasi di villette, appartamenti e case indipendenti).

All’esito dell’esame della documentazione acquisita, i redditi complessivamente occultati al Fisco e segnalati all’Agenzia delle Entrate ammontano a circa 75.000 euro.

L’evasione fiscale costituisce un grave ostacolo allo sviluppo economico perché distorce la concorrenza e l’allocazione delle risorse, mina il rapporto di fiducia tra cittadini e Stato e penalizza l’equità, sottraendo spazi di intervento a favore delle fasce sociali più deboli.

Leggi anche:  La Guardia di Finanza di Brindisi sequestra "botti" di fine anno

 

PUBBLICITA'