Sempre più spumante “made in Puglia” per il brindisi di fine anno e inizio 2024

Le regole d'oro per offrire e gustare lo spumante

12465786 1238494926244847 7683779810939078996 o

Per i brindisi di fine anno e inizio 2024 sulle tavole ci sarà sempre più spumante “made in Puglia”, con le oltre 900mila bottiglie di spumante imbottigliate in media l’anno.

Ad affermarlo è Coldiretti Puglia, sulla base delle produzioni nelle aree vocate della Puglia, con la 43.264 bottiglie della DOC Castel del Monte, le 15.800 della DOC Salice Salentino Negroamaro rosato spumante, le 12.538 bottiglie di spumante IGT Daunia, le 7.496 IGT Murgia, le 469.522 della IGT Puglia, 240.010 della IGT Salento e le 121.300 IGT Valle d’Itria.

LE REGOLE D’ORO PER OFFRIRE E GUSTARE LO SPUMANTE

  • Non offrirlo ghiacciato, ma tirato fuori un paio d’ore prima e raffreddato in un secchiello con ghiaccio tritato, acqua fredda e sale grosso.
  • La temperatura migliore è compresa fra gli 8 ed i 12 gradi.
  • Berlo esclusivamente in una flûte a forma di tulipano che consente agli aromi di svilupparsi liberamente.
  • Per gustare al meglio l’effervescenza sciacquare i bicchieri con acqua calda e sapone neutro.
  • Stapparlo tenendo con una mano il tappo e facendo ruotare con l’altra mano la bottiglia leggermente inclinata accompagnando sempre l’espulsione del tappo.
  • Far uscire lentamente il gas e versarlo tenendo la bottiglia dal fondo e non dal collo per evitare che lo spumante si riscaldi con il calore della mano.
  • Mai utilizzare del ghiaccio nel bicchiere.
  • Conservarlo in luoghi bui, freschi e senza sbalzi di temperatura, in posizione orizzontale.
Leggi anche:  Reddito di Dignità: prende il via il nuovo bando
PUBBLICITA'