“Sport e inclusione” è il tema dell’incontro formativo tenutosi a Latiano nell’ambito del “Meeting della Cittadinanza Piena e Universale”.

Lo sport come volano per sensibilizzare la società civile contro la discriminazione e per avvicinarla alla vita e ai bisogni quotidiani delle persone più fragili

Schermata 2023 10 25 alle 23.21.08

La terza giornata del “Meeting della Cittadinanza Piena e Universale” si è chiusa oggi (mercoledì 25 ottobre 2023) con un incontro sul tema “Sport e Inclusione” tenutosi nelle sale del Polo Museale di Latiano e al quale hanno preso parte Don Franco Galiano, presidente della Fondazione Beato Bartolo Longo, Mauro Vitale, vice Sindaco del comune di Latiano e Giovanni Bruno, consigliere con delega allo sport dello stesso comune, oltre ad Alessandro Adamo, l’Avv.Giovanni Apollonio rispettivamente Amministratore e delegato della società ai rapporti con la tifoseria dell’US Lecce e con Roberto Piccoli, attaccante della formazione giallorossa che proprio lunedì scorso, contro l’Udinese, è stato l’autore del gol del pareggio che ha poi dedicato ad una ragazza disabile.

Il Meeting della Cittadinanza Piena e Universale è un appuntamento che rappresenta un momento di riflessione sugli ambiti di intervento in cui la Fondazione Opera Beato Bartolo Longo opera da oltre 40 anni investendo molte energie per l’inclusione sociale dei soggetti più deboli.

L’ Opera Beato Bartolo Longo è inserita tra l’altro inserita nei direttivi di una rete di Enti e Associazioni Sportive Nazionali quali lo CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale), il CSI (Centro Sportivo italiano) e ANPIS (Associazione Nazionale per  l’inclusione sociale) con i quali collabora attivamente allo svolgimento costante di attività sportive destinate ai propri utenti fruitori.

“Lo sport è un mezzo efficace di integrazione sociale, divertimento e amicizia; lo sport può e deve sensibilizzare la società civile contro la discriminazione, coinvolgendola e avvicinandola alla vita e ai bisogni quotidiani delle persone più fragili. Lo sport è uno strumento importante di inclusione e coesione sociale. Oltre a insegnare le basi del lavoro di squadra, la bellezza dello stare insieme, la necessità di rispettare le piccole regole quotidiane, lo sport promuove una maggiore conoscenza di sé e dell’altro”, ha evidenziato nel suo intervento Don Franco Galiano.

Davanti agli studenti e ai docenti dell’Istituto Comprensivo di Latiano, ad una rappresentanza del gruppo sportivo delle comunità riabilitative dell’Opera Beato Bartolo Longo e ai coordinatori e ai referenti dell’Opera Beato Bartolo Longo, si è parlato di sport come momento di educazione e di crescita, d’impegno, d’inclusione e di aggregazione sociale, di riabilitazione fisica e sociale.

Schermata 2023 10 25 alle 23.26.57

E’ stata una serata molto coinvolgente e partecipata nella quale i presenti hanno ascoltato e sollecitato le loro riflessioni, fornito risposte e stimolato interventi. Anche quando a prendere la parola è stata la delegazione dell’U.S.Lecce, in particolar modo quando a parlare è stato Roberto Piccoli, che ha svelato tra l’altro alcuni particolari della sua vita privata, iniziative di solidarietà che lo hanno visto in prima fila per offrire un aiuto concreto.

Leggi anche:  A Mesagne il primo "Week end lab" di Uni-Tanz

“Negli ultimi anni”, ha detto, il giovane 22enne attaccante giallorosso, “ho partecipato attivamente alla ristrutturazione della “Casa del Sorriso”, un centro per persone con disabilità, e aiuto quotidianamente chi è meno fortunato di noi. A Natale 2021 sono stato in pediatria presso l’Ospedale Papa Giovanni di Bergamo, a trovare i bambini che avevamo bisogno solo di sorrisi e sorrisi. La mia sensibilità alla questione è molto elevata, anche perché ho un parente stretto che soffre di disabilità. Da anni faccio beneficenza e non ho mai reso pubblica la cosa”, ha detto il giocatore nativo di Bergamo.

La stessa società presieduta da Saverio Sticchi Damiani da diversi anni è impegnata nel sociale, attraverso una serie di progetti di solidarietà cui partecipa attivamente. L’ultima in ordine di tempo riguarda la promozione dello sport senza limiti aderendo al progetto proposto dall’associazione di volontariato “Anna e Walter” per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’abbattimento delle barriere architettoniche e delle barriere culturali.

Nel corso di questa stagione il Via del Mare, nel pre-partita delle gare casalinghe, ospiterà le varie discipline federali paralimpiche del territorio salentino con esibizioni e performance.

“Lo sport è una palestra di vita, educare attraverso lo sport è fondamentale per creare una società più inclusiva e compassionevole. Aderendo a questi progetti l’U.S.Lecce si dimostra sempre pronta per “scendere in campo” in prima linea e fornire aiuto alla sua gente ed al suo territorio, facendo così da ponte tra lo sport e le dure realtà quotidiane, insomma un motivo in più per far avvicinare tanti appassionati ai colori giallorossi”, hanno sottolineato all’unisono i due dirigenti del club di via Colonnello Archimede Costadura.

La quarta giornata del Meeting è in programma domani 26 ottobre 2023 e sarà divisa in due parti: dalle 9,30 alle 11,30 sempre nel Polo museale di parlerà di “Welfare e politiche inclusive, Profetica e Bartoliana Nuova Pompei, come modello per il mondo”.  Nel pomeriggio alle ore 18,00 nella chiesa di Santa Maria della Neve di Latiano ci sarà la celebrazione eucaristica in occasione della ricorrenza della Beatificazione di Bartolo Longo.

Sabato 28 ottobre, a partire dalle ore 17,00, è in programma per le vie di Latiano una  marcia della pace visti i diversi conflitti in atto nel Mondo. Il tutto nello spirito bartoliano.

 

 

 

 

 

 

PUBBLICITA'