Strade, aiuole, piazze, marciapiedi, sono sempre più in uno stato di completo abbandono. Il decoro urbano sembra oramai aver abbandonato (e da tempo) buona parte del tessuto cittadino. Di operatori addetti allo spazzamento da troppo tempo se ne vedono davvero pochi in giro. Ci vorrebbe forse un lanternino per cercarne almeno uno con ramazza in mano intento a pulire strade e marciapiedi.

Il degrado regna sovrano in particolare nelle zone periferiche ma non solo, perché anche in quelle del centro le cose non vanno poi molto meglio.

Piaccia o non piaccia, la città è sporca. Il sudiciume delle strade è sotto gli occhi di tutti. Ne sanno qualcosa ad esempio i residenti di via Aimonetto San Giorgio dove, in un tratto del marciapiede, da almeno tre settimane fanno “mostra di sé” alcune scatole di tonno vuoto, un appendino e una bottiglia di plastica. Oltre alle immancabili erbacce sempre più alte.

Via Aimonetto San Giorgio PHOTO 2023 08 01 09 38 08

La situazione di degrado (nonché di pericolo) è sotto gli occhi di tutti, ma nessuno finora è intervenuto per porre un rimedio.

Stessa situazione per esempio in via Epifanio Ferdinando, all’incrocio con via Accademia Affumicati, o nella stessa via Accademia Affumicati (nelle vicinanze di via Oliviero Maja) dove qui addirittura da tanto, troppo tempo c’è un piccione morto in strada. Anche in questo caso nessuno spazzino ha provveduto a rimuovere il corpo del volatile.

Via Epifanio Ferdinando IMG 4652

 

Via Accademia Affumicati IMG 4653

Per non parlare poi dei diversi tappeti di escrementi dei piccioni su diverse strade e marciapiedi della città, oltre che sui muri e sulle scatole telefoniche ed elettriche.

Non è poi certo una novità il problema della “deiezioni canine” sui marciapiedi, termine raffinato per definire le “cacche di cane”.

Con chi prendersela? Non certo con i cani che, poverini non fanno altro che fare i loro normali bisogni fisiologici, ma sicuramente con quei proprietari che, portando a passeggio il loro “migliore amico” al guinzaglio non si preoccupano di raccogliere i “ricordini” che il simpatico quadrupede lascia qua e là lungo i marciapiedi.

In alcune zone la situazione è diventata veramente insostenibile, la puzza è pazzesca e poi non si sa dove mettere i piedi.

IMG 4069

Le lamentele dei cittadini a proposito delle condizioni di inciviltà e poca pulizia delle strade di Mesagne, che da qualche tempo a questa parte sono andate via via peggiorando sono sempre più frequenti.

A rendere le strade poco pulite contribuiscono anche le bottiglie di plastica Le strade non vengono disinfestate, l’erba che in alcuni punti non viene tagliata, oltre ai rifiuti di ogni genere sparsi ovunque.

Un degrado continuo e devastante, basta fare una passeggiata a piedi per constatare lo stato di sporcizia crescente in molte strade; bottiglie, carta; mascherine, mozziconi, per non parlare di ciò che rende le vie anche puzzolenti.

Controlli non esistono, così come le multe per gli incivili

Sorge una domanda: è possibile che sempre i cittadini esemplari debbano subire le mancanze degli altri?

PUBBLICITA'