Talk show musicale con il maestro Peppe Vessicchio e spettacolo teatrale su Caravaggio: a Mesagne nell’ambito del progetto “Umana Meraviglia”

Si tratta di un’anteprima del festival la cui prima edizione si terrà nel 2024.L’ingresso per assistere ad entrambi gli eventi è libero fino a esaurimento dei posti disponibili

Peppe Vesicchio 372905344 805285048264974 344045468320807503 n

Le “100 storie” anticipano il nuovo percorso culturale di Mesagne scaturito dal progetto “Umana Meraviglia” nell’ambito del quale Peppe Vessicchio – col Maestro dialogherà l’architetto Simonetta Dellomonaco – incontra Epifanio Ferdinando e il narratore Luigi D’Elia incontra Caravaggio.

Una sorta d’intreccio a doppio filo, che lega la cultura internazionale a quella locale per innovare processi e produzioni culturali e artistiche.

Si tratta di un’anteprima del festival la cui prima edizione si terrà nel 2024, ossia a valle di un processo di innovazione sociale e culturale che partirà a breve e che trae il suo senso profondo dai principi costruiti nel progetto di candidatura come capitale italiana della cultura per l’anno 2024, grazie al quale Mesagne è diventata “Capitale Cultura di Puglia 2023”.

Schermata 2023 08 30 alle 15.25.38

La serata odierna (mercoledì 30 agosto) in Piazza Orsini del Balzo (a partire dalle ore 21,30) e quella di domani 31 agosto saranno simbolicamente dedicate all’umano in una visione legata al benessere, all’ambiente in cui l’uomo vive, alla sua capacità di creare incanto e meraviglia. 

Nello specifico, l’evento di questa sera, “De vita proroganda” – un talk show musicale che vede la presenza di Peppe Vessicchio, col maestro dialogherà l’architetto Simonetta Dellomonaco  – porta a riscoprire la fondamentale figura di Epifanio Ferdinando, rinomato studioso, medico, filosofo della Mesagne del ‘600, il primo ad aver scritto in maniera scientifica del fenomeno del tarantismo e dell’importanza della musica per favorire il benessere, inteso come condizione psico-fisica. Il maestro Vessicchio ha composto per Mesagne una musica dedicata a questa ricerca dal titolo “Tarantina”, eseguita dai musicisti della Scala di Milano sarà presentata al pubblico per la prima volta in occasione dell’iniziativa.

Leggi anche:  Lo spettacolo “Caravaggio. Di Chiaro e di oscuro” in scena al Teatro Comunale di Mesagne

Sul palco l’attore Andrea Rizzoli, l’artista Simona GandolaVincenzo Gagliani e gli artisti della “World Music Academy” di San Vito dei Normanni.

Domani sera (giovedì 31 agosto), l’Atrio del Castello Normanni Svevo ospiterà lo spettacolo teatrale “Caravaggio, di chiaro e di oscuro” narrato dal pluripremiato Luigi D’Elia, vede il comune di Mesagne fra i produttori dello spettacolo con l’emblema di “Capitale Cultura di Puglia 2023”, fatto questo del tutto innovativo e inedito. Nelle sue tournée in tutta Italia questo “marchio” avrà la funzione di promozione della città e della sua nuova vocazione culturale.

Si tratta dell’anteprima regionale di uno spettacolo che sta già richiamando l’attenzione di critici e stampa in tutta Italia e che si lega alla mostra “Caravaggio e il suo tempo”. Allestita nelle Sale al primo piano del Castello di Mesagne, la prestigiosa esposizione sta raccogliendo l’apprezzamento unanime dei numerosi visitatori e degli addetti ai lavori, e resterà visitabile fino al prossimo 8 dicembre.

L’ingresso per assistere ad entrambi gli eventi è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

 

PUBBLICITA'