Tennis Europe under 14: trionfano lo spagnolo Csas Mas e la giapponese Komada

Sui campi in terra rossa del Circolo Tennis di Brindisi si è conclusa la 10^ edizione della prestigiosa kermesse targata “Tennis Europe”

Tennis Europe Under 14 cerimonia di premiazione

A stringere tra le mani il trofeo del tennis giovanile sono stati lo spagnolo Oscar Casas Mas e la giapponese Yui Komada, vincitori del torneo di singolare dell’Internazionale Under 14, giunto a conclusione sui campi del Circolo Tennis Brindisi. Si sono disputate nella mattinata di oggi (sabato 10 giugno), le finali maschile e femminile della prestigiosa kermesse targata “Tennis Europe”. Due i match disputati che tra addetti ai lavori ed appassionati hanno richiamato una nutrita presenza di pubblico.

Nel singolare maschile: Oscar Casas Mas (Spagna, ranking TE 535) ha battuto Antonio Di Rubba (Italia, ranking TE 125, testa di serie numero 2) 6-2/2-1, ritiratosi per infortunio, dopo aver vinto in semifinale contro Pshenichny Y. (Kazakistan, ranking TE 98) 6-3/6-4.

Nel singolare femminile: Ran Wakana (Giappone, ranking TE 678) è stata sconfitta da Yui Komada (Giappone, ranking TE 670) 6-0/6-3, dopo aver vinto in semifinale contro Camila Castracani (Italia, ranking TE 1100) 6-0/6-2.

A seguire, come di consueto, si è svolta la cerimonia di premiazione cui hanno partecipato i membri del consiglio direttivo del Circolo, i soci e tutti coloro che hanno collaborato nella realizzazione dell’evento.

Nel doppio maschile: Di Rubba/Van Hillegersberg  (Italia e Paesi Bassi, ranking TE 115 e 141) hanno battuto De Matteo/Palanza (Italia, ranking TE 530 e 381) 7-6/6-3, dopo aver vinto in semifinale contro Arcangeli/Samarelli (Italia, ranking TE 549 e 692) 6-1/6-3.

Leggi anche:  L'Omega Mesagne torna alla vittoria contro i Tigers Squinzano

Nel doppio femminile: Bodur/Iezerska (Turchia e Ucraina, ranking TE 282 e 270) sono state sconfitte da Komada/Nishiwaki (Giappone, ranking TE 670 e 540) 6-4/2-6/13-11, che hanno battuto in semifinale Casalino/La Noce (Italia, ranking TE 293 e 557) 7-6/6-1.

“Ringrazio tutti i ragazzi per la partecipazione, scusandomi con loro, i tecnici e le famiglie per i disagi legati ai lavori di ristrutturazione del Circolo”, ha affermato Paolo Perrone, direttore sportivo del C.T. Brindisi.

“Faremo in modo che il prossimo anno possiate tornare qui, in un club nuovo, accogliente, con tutti i comfort necessari. -. È stata una settimana intensa: grazie al direttore del torneo Vito Tarlo, al giudice arbitro Sigismondo Favia e a tutti coloro che hanno lavorato per la buona riuscita dell’evento”.

 

PUBBLICITA'