Un torneo di calcio per festeggiare la Giornata del Rifugiato 2023 a Torre Santa Susanna

“Agire l’accoglienza” è il filo conduttore delle iniziative SAI per riflettere sulle migrazioni e sulla consapevolezza che si ha su questo tema

FOTO RAGAZZI CHE GIOCANO A CALCIO

Paese piccolo, grande spirito di solidarietà.

Domani (venerdì 30 giugno) a Torre Santa Susanna, la Cooperativa “Alveando” e la Cooperativa “Il Melograno”, enti gestori dei progetti SAI MSNA e ORDINARI di Torre S. Susanna, hanno infatti organizzato a partire dalle ore 17,30 un torneo di calcio presso il centro sportivo “Curtarici” (traversa sulla via per Oria.

L’evento, patrocinato dal Comune di Torre Santa Susanna, è stato ideato con l’intento di celebrare la “Giornata Mondiale del Rifugiato”.

L’appuntamento annuale è voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione di rifugiati, richiedenti asilo e sfollati nel mondo, costretti a fuggire da guerre e persecuzioni, lasciando i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che un tempo era la loro vita per cercare salvezza in un altro Paese.

La Convenzione di Ginevra del 1951 definisce lo status di rifugiato: “chi temendo a ragione di essere perseguitato per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza ad un determinato gruppo sociale o per le sue opinioni politiche, si trova fuori del Paese di cui è cittadino e non può o non vuole, a causa di questo timore, avvalersi della protezione di questo Paese; oppure chi, non avendo cittadinanza e trovandosi fuori del Paese in cui aveva residenza abituale a seguito di tali avvenimenti, non può o non vuole tornarvi per il timore di cui sopra

Leggi anche:  Giornata della Memoria, le iniziative della Regione Puglia

Filo conduttore delle iniziative SAI per la Giornata Mondiale del Rifugiato 2023 è lo slogan “Agire l’accoglienza”, un invito a riflettere sulle migrazioni e sulla consapevolezza che si ha su questo tema al fine di garantire, tra l’altro, il diritto alla salute di chi scappa da guerra, miseria e persecuzioni.

In questo pomeriggio di festa scenderanno in campo otto squadre, composte dai ragazzi accolti nei progetti di accoglienza ma anche da ragazzi del territorio.

Obiettivo della manifestazione è creare momento di incontro, integrazione e socialità all’insegna dello sport e del divertimento.

A seguire ci sarà il dj set “Enjoydiversity” una selezione musicale dal mondo, ad opera dei beneficiari dei progetti SAI di Torre S. Susanna.

 

PUBBLICITA'