Vito Dell’Aquila conquista il pass per le Olimpiadi di Parigi 2024

Dopo il successo ottenuto nel 2019 a Mosca, il 23enne di Mesagne torna a vincere il torneo riservato ai migliori 16 al mondo e stacca il biglietto per i Giochi, dove potrà difendere il titolo olimpico nella categoria -58 kg

Schermata 2023 12 03 alle 15.43.20

Fra non molto Vito Dell’Aquila potrà difendere l’oro olimpico conquistato a Tokyo 2020 nella categoria -58 kg di taekwondo. Qualche mese ancora di trepidante attesa, poi la nuova avventura (la seconda consecutiva) a cinque cerchi dell’atleta mesagnese sarà realtà grazie al successo ottenuto al Grand Prix Final di Manchester, riservato ai migliori 16 atleti al mondo, riuscendo così a strappare il pass per i giochi olimpici di “Parigi 2024”.

Quello di Vito Dell’Aquila è stato un finale di stagione in crescendo e l’ultimo appuntamento lo ha confermato, vedendo l’azzurro capace di aggiudicarsi il quarto torneo consecutivo che, pertanto, gli ha permesso di coronare un anno in continua ascesa.

In Inghilterra il percorso compiuto dal 23enne atleta di Mesagne ha messo in luce uno stato di forma fisica straordinaria, quando basta per confermare che l’infortunio alla mano subito nel corso dei Mondiali dello scorso mese di maggio e i diversi acciacchi con i quali, gioco forza, ha dovuto fare i conti, sono oramai un ricordo lontanissimo.

Il campione olimpico in carica ha dimostrato ancora una volta il suo dominio nel mondo del taekwondo, conquistando una vittoria schiacciante nel prestigioso Grand Prix Final.

Vito DellAquila 393127278 853642106763634 4088522805915665109 n
taekwondoitalia.it

In una giornata praticamente perfetta, Dell’Aquila ha superato tutti gli avversari di volta in volta affrontati con una grande maestria tecnica e tattica.

Il pugliese è tornato così a primeggiare in questa rassegna, quattro anni dopo la prima affermazione a Mosca nel 2019, e lo ha fatto con un percorso netto ed esaltante non lasciando nemmeno un round agli ostici avversari trovati sul tatami e surclassati senza indugi di sorta. Il suo è stato un crescendo continuo, iniziato negli ottavi con il netto successo ottenuto ai danni del messicano Cesar Rodriguez (21-9 e 20-7) e poi proseguito nei quarti dove si è imposto al sudcoreano Tae-joon Park (12-0, 24-15).

Leggi anche:  NBA, Matteo Spagnolo giocherà (di nuovo) la Summer League con i Minnesota Timberwolves

Una prova di forza e tecnica che ha lasciato il pubblico e gli esperti a bocca aperta e poi bissata In semifinale contro lo spagnolo Hugo Arillo Vazquez superato in due round.

Nella finale, l’atleta italiano ha affrontato Adrien Vicente Yunta, un avversario spagnolo noto per le sue abilità eccezionali. Tuttavia, Dell’Aquila ha mostrato una superiorità schiacciante, vincendo agevolmente per due round a zero, con punteggi di 10-2 e 4-2, sigillando così la sua posizione nelle qualificazioni olimpiche.

Nella corsa a Parigi2024, il pugliese, l’atleta mesagnese ha collezionato 100 punti che gli consentono di rimanere all’interno dei migliori cinque della sua categoria i quali, alla chiusura del ranking Olimpica prevista a marzo 2024 per gli atleti europei (anche se questa rimane una data da confermare), conquisteranno una quota a cinque cerchi per il rispettivo NOC (Comitati Olimpici Nazionali).

La vittoria al Grand Prix è un chiaro messaggio ai suoi rivali in vista delle prossime competizioni olimpiche: alle Olimpiadi l’uomo da battere sarà ancora una volta lui.

 

PUBBLICITA'